F1, Rosberg: “Anticipai annuncio ritiro per aiutare Mercedes. Lauda provò a farmi cambiare idea”

Nico Rosberg sul podio del GP di Monza di F1 - Foto Antonio Fraioli

“Mi avrebbe fatto piacere festeggiare per un altro mese il titolo mondiale per poi annunciare il ritiro. Se fosse stato per me, avrei annunciato l’addio a gennaio. Mi sarei goduto un altro mese di festeggiamenti, aspettando il Natale per poi dire nelle settimane seguenti che avrei smesso. Ho anticipato i tempi solo per Toto Wolff e per il bene della squadra. Ma personalmente non è stato un bene annunciare il ritiro già ad Abu Dhabi”. Così Nico Rosberg ricorda i momenti in cui ha deciso di annunciare il ritiro, il 2 dicembre 2016. Un ritiro che avvenne da vincitore, dopo aver conquistato il titolo mondiale con la Mercedes davanti all’ex compagno di squadra Lewis Hamilton. E per questo, una scelta particolarmente difficile. Considerando anche che Niki Lauda tentò di fargli cambiare idea: “Niki Lauda ha provato a farmi cambiare idea in tutti i modi”, spiega l’ex pilota tedesco a Motorsport-Total. “Sarebbe stato più facile per loro se avessi continuato a guidare la loro macchina”.