Doping, Wada: “Scoperti potenziali illeciti nei test dei ciclisti britannici”

Gunter Younger ha commentato un rapporto riassuntivo dell’Agenzia mondiale antidoping. Queste le parole del direttore di Wada I&I: “L’operazione Echo ha confermato potenziali illeciti da parte di individui sia nel British Cycling che nell’Ukad in quel momento”. Si tratta dell’indagine avviata a marzo per le accuse rivolte per le azioni intraprese nel 2011 durante i preparativi per le Olimpiadi di Londra. “È importante riconoscere che Wada I&I ha ricevuto la piena collaborazione e trasparenza di British Cycling e Ukad durante tutta la nostra indagine”, prosegue Gunter.