Ventura: “Il calcio mi manca, non so ancora dove sarò in futuro”

Gian Piero Ventura Gian Piero Ventura - Foto Nazionale Calcio CC BY 2.0

Il calcio mi manca. Se avessi saputo che sarebbe arrivata la seconda ondata della pandemia, avrei continuato ad allenare perché avevo delle offerte. Per la prima volta dopo 36 anni ho deciso di prendermi una pausa e ora non so ancora cosa mi riserverà il futuro“. Parola di Giampiero Ventura, che ha parlato ai microfoni di TuttoBari del suo futuro e anche del paragone tra Carrera, attuale allenatore del Bari, e Antonio Conte. “Gli allenatori quando vincono sono alti, biondi e belli. Quando perdono diventano piccoli – ha concluso Ventura -.  È inutile fare commenti, sono il primo tifoso del Bari e gli auguro di fare bene. Non dobbiamo vedere se sia simile a Conte, ma speriamo che Carrera sia Carrera: un allenatore con la voglia di fare bene per se stesso e per il Bari”.