Serie A 2017/2018, Napoli-Cagliari 3-0: le pagelle

Napoli, Champions League 2017-2018 La gioia del Napoli - Foto Antonio Fraioli

Il Napoli vince 3 a 0 contro il Cagliari e manda un chiaro messaggio alla Juventus. Partita dominati dai napoletani per 90 minuti. Nel primo tempo il Cagliari non approfitta dei pochi palloni persi dalla squadra di casa. Poi Mertens diventa protagonista dello show di Sarri: un assist ad Hamsik, un rigore procurato e trasformato. Chiude Koulibaly con un gol giudicato regolare dall’arbitro. Adesso il Napoli è primo in classifica in solitaria, in attesa di Atalanta-Juventus.

NAPOLI

Reina s.v.

Oggi per lui non c’è lavoro. Si gode il sole di Napoli.

Hysai 6

Ordinaria amministrazione, sia in fase difensiva sia quando deve spingere. Si vede di più negli ultimi minuti, quando il Cagliari cala fisicamente.

Albiol 6,5

Gli attaccanti avversari non gli creano molte preoccupazioni. Nel secondo tempo si fa vedere anche in fase offensiva, quando ci sono dei calci d’angolo.

Koulibaly 7

Se i sardi si fanno vedere in fase offensiva, c’è lui a chiudere tutto. Segna anche il gol del 3 a 0 che chiude definitivamente il match.

Ghoulam 6

Come suo solito spinge moltissimo, dando un buon supporto ai tre attaccanti. (86’ Mario Rui s.v.: esordio per lui.)

Allan 6

Torna titolare dopo qualche partita in cui titolare era Zielinski. Non gli è richiesta molta copertura, motivo per il quale dà una mano a Jorginho per impostare l’azione. (77’ Onas s.v.)

Jorginho 6,5

A lui l’impostazione di gioco. Lo fa in modo egregio, nonostante sia qualche volta pressato dai giocatori avversari.

Hamsik 7

Si sblocca il capitano con un gol dopo soli quattro minuti. Finalmente è a un gol dal record di gol di Diego Armando Maradona. Partita sufficiente la su

Callejon 6,5

Il solito lavoro oscuro, ma fondamentale per il gioco di Sarri. Nella seconda frazione di gioco si crea l’occasione per affondare il Cagliari, ma manda la palla alta sulla traversa. (69’ Rog 6: fa rifiatare Callejon.)

Mertens 8

Fornisce un assist spettacolare ad Hamsik nel primo gol della squadra. Segna il raddoppio su rigore che lui stesso si è procurato. Ma fa molto altro durante la gara. Sicuramente il migliore in campo

Insigne 6,5

Sfiora la rete del vantaggio di testa, ma clamorosamente non centra la porta. È difficile contenerlo, anche se il movimento del giocatore di Frattamaggiore è sempre lo stesso.

All. Sarri 7,5

Partita perfetta per il suo Napoli, anche se lui chiede ancora di più.

CAGLIARI

Cragno 5

Non può fare nulla in occasione del gol di Hamsik e sul rigore di Mertens. Interviene più volte per salvare il risultato, ma invano.

Padoin 5

In apprensione per 90 minuti. Riesce a contenere Insigne, ma si dimentica delle incursioni di Ghoulam.

Romagna 5

Procura il rigore per il Napoli: guarda solo la palla e fa fallo su Mertens. Ingenuo.

Andreolli 5,5

In continua difficoltà. Tiene sempre la posizione, ma gli attaccanti napoletani arrivano da tutte le direzioni, in particolare Mertens.

Capuano 5

Nel primo tempo c’è Allan, nel secondo tempo si scatena Callejon.

Cigarini 5

È costretto a dare una mano alla difesa per fare in modo da non subire troppi gol. Rastelli lo cambia subito dopo la ripresa e l’ex Napoli viene fischiato (55’ Deiola 5: dovrebbe essere un cambio di contenimento, peccato che il Napoli segni ancora un alto gol.)

Ionita 5

Rubare palla ai giocatori del Napoli è quasi impossibile e lui se ne rende conto. Partecipa poco alle poche occasioni che il Cagliari ha per ripartire.

Joao Pedro 5,5

È stato uno dei migliori giocatori della squadra sarda in questa stagione. Ma in una gara come questa anche lui trova difficoltà. In ripartenza ci prova, ma i passaggi sono troppo leziosi.

Barella 6

È uno dei giovani più interessanti del panorama calcistico italiano. La sua voglia di dimostrare le capacità tecniche c’è, ma trasformarla in pratica non è semplice. Comunque uno dei migliori.

Sau 5

Si dimentica del ruolo di attaccante ed è costretto a sacrificarsi. Rastelli gli chiede di andare su Jorginho per intercettare la manovra avversaria. Esce per un probelma fisico (34’ Dessena 5: cambio l’assetto tattico del Cagliari, con una sola punta e Barella e Joao Pedro a supporto. Non si vede mai)

Pavoletti 5

Torna nel suo vecchio stadio Pavogol, dopo essere stato ceduto quest’estate. Non ha palloni giocabili, perciò l’allenatore lo cambia. (65’ Farias 4,5: si nasconde dietro i difensori del Napoli e i centrocampisti della propria squadra.)

All. Rastelli 5

Timidamente il Cagliari ci prova, ma i passaggi sono sbagliati di precisione. Dovrebbe approfittare delle poche occasioni che la squadra di casa gli concede.