Serie A 2018/2019, numeri e statistiche della seconda giornata

Dries Mertens Dries Mertens - Foto Antonio Fraioli

Comincia il secondo turno del campionato di Serie A che sarà contrassegnato dal ricordo della tragedia di Genova: i giocatori e gli ufficiali di gara infatti scenderanno in campo indossando la maglietta commemorativa recante la scritta “Genova nel cuore”. Questa iniziativa si unisce all’istituzione di un fondo che sarà destinato ai bisogni della popolazione genovese, in accordo con le autorità cittadine: obiettivo della Lega Serie A è far sentire la propria vicinanza alla città ferita.

Sabato alle 18 la Juventus affronta all’Allianz Stadium la Lazio, esordio casalingo per Cristiano Ronaldo. Nei 74 precedenti a Torino in Serie A i bianconeri hanno vinto 47 volte sebbene nella scorsa stagione la squadra di Inzaghi trionfò per 2-1 grazie ad una doppietta di Immobile. Occhi puntati sul duello tra Ronaldo e il bomber di Torre Annunziata che lo già sconfitto ai tempi del Siviglia. La Juventus, negli ultimi sette campionati, per ben sei volte ha vinto le due partite iniziali. Alle 20,30 al San Paolo incrocio tra Napoli e Milan, una sfida tra gli ex Ancelotti, Higuain e Reina: per l’allenatore di Reggiolo si tratta del primo scontro da avversario dei rossoneri dopo l’addio nel 2009. Esordio invece per gli uomini di Gattuso che non vincono in campionato sul campo degli azzurri dall’ottobre 2010 (nelle ultime sette sfide tra le due squadre il bilancio sorride al Napoli con cinque vittorie e due pareggi): il Milan dovrà fare attenzione a Lorenzo Insigne poiché l’attaccante dei partenopei considera il “Diavolo” la sua vittima preferita avendo messo a segno 6 reti.

Domenica alle 18 derby emiliano inedito nel massimo campionato tra Spal e Parma: i ducali vanno a caccia del colpaccio in trasferta che manca in A dal 2014 quando si imposero per 3-2 sul campo del Chievo. Alle 20,30 il Cagliari incontra alla Sardegna Arena il Sassuolo: le due formazioni si incontrano per la quinta volta nello stadio rossoblù nel massimo campionato italiano e i precedenti favoriscono i sardi con due vittorie, una sconfitta e un pareggio. Attenzione agli emiliani, sempre a segno in trasferta: negli otto incroci complessivi tra le due squadre invece il bilancio è in perfetta parità. Alla stessa ora si terrà il match Fiorentina-Chievo: in Serie A i clivensi hanno vinto solo una partita delle ultime dodici contro i gigliati (due pareggi e nove sconfitte). Al Franchi nei quattordici precedenti in campionato il bilancio è a favore della squadra di Pioli con undici vittorie, tre successi invece del Chievo.

Contemporaneamente sul campo del neutro di Torino il Frosinone sfida il Bologna: un successo casalingo a testa nei due precedenti nel massimo campionato, equilibrio che è presente anche nei nove incroci complessivi che fanno segnare tre vittorie per parte e altrettanti pareggi. Esordio casalingo per il Genoa di Ballardini opposto all’Empoli: gli azzurri sono alla quinta sfida in Liguria nella massima serie, bilancio in equilibrio con un successo per parte e due pareggi. I Grifoni invece hanno perso solo due delle 18 gare casalinghe contro squadre neopromosse, i toscani inseguono la seconda vittoria consecutiva come accaduto nella stagione 1986/1987.

A San Siro va in scena Inter-Torino con Mazzarri che vuole fare lo scherzetto alla sua ex squadra: i granata hanno un bilancio recente favorevole poiché hanno trionfato tre volte in sette scontri diretti. Spalletti è chiamato a riscattare la sconfitta di una settimana fa al Mapei Stadium contro il Sassuolo potendo contare su capitan Icardi che in cinque gare contro il Torino in casa ha collezionato tre gol e un assist. Chiude il programma domenicale la partita Udinese- Sampdoria: sono trentotto a Udine i precedenti tra le due squadre in Serie A con 16 vittorie per i bianconeri, 11 pareggi e 10 trionfi blucerchiati. I friulliani hanno segnato 109 gol nel massimo campionato contro i doriani ed entrambe hanno siglato solo tre reti da calcio d’angolo nell’ultima stagione. Fari puntati su Defrel che considera l’Udinese la sua vittima preferita (tre centri).

Chiude la seconda giornata l’incontro dell’Olimpico tra Roma e Atalanta (lunedì alle 20,30). I nerazzurri sono la bestia nera dei capitolini che nelle ultime quattro gare in casa non hanno mai vinto. Panchina numero 200 in A per Di Francesco che ha affrontato più volte (11) proprio i bergamaschi. Gara speciale per l’ex Cristante, ma i riflettori sono puntati su Dzeko e Gomez: il primo ha siglato tre gol nelle ultime quattro partite contro la Dea, il secondo invece ne ha firmati in Serie A quattro ai danni dei giallorossi.