Serie A 2018/2019, numeri e statistiche della quarta giornata

Marek Hamsik Marek Hamsik - Foto Antonio Fraioli

Riprende la Serie A con la quarta giornata: alle 15,00 l’Inter cerca la prima vittoria casalinga contro il Parma dopo il successo di Bologna, mentre i gialloblu vogliono il riscatto dopo la sconfitta tra le mura amiche contro la Juventus. A San Siro i precedenti tra le due squadre sono 24, il bilancio pende nettamente a favore dei nerazzurri (15 vittorie) e un solo trionfo degli emiliani risalente all’8 maggio 1999 quando al gol di Ronaldo risposero Stanic, Asprilla e Fuser. Negli 11 confronti in Serie A si contano invece quattro vittorie a testa e tre pareggi. L’ultimo successo dei ducali in trasferta nella massima serie è datato 21 settembre 2014 (3-2 al Bentegodi contro il Chievo).

Alle 18,00 al San Paolo il Napoli incontra la Fiorentina: entrambe le squadre hanno sei punti in classifica, i viola sono a punteggio pieno per il rinvio della prima partita contro la Sampdoria che verrà recuperata mercoledì 19 settembre alle 19,00. L’ultima vittoria in Serie A dei toscani in casa dei partenopei risale al 23 marzo 2014 grazie al gol di Joaquin, in generale la Fiorentina nelle ultime otto trasferte a Napoli ha segnato solo quattro reti. La formazione di Ancelotti invece ha vinto solo una delle ultime cinque gare contro i gigliati non andando a segno negli ultimi due incroci, dopo la batosta subita a Marassi gli azzurri cercano il riscatto: il Napoli non perde due partite consecutive dall’ottobre 2016.

Alle 20,30 al nuovo Benito Stirpe si terrà Frosinone-Sampdoria: la squadra di casa è l’unica insieme al Bologna a non aver realizzato ancora un gol e non sarà facile nemmeno farlo alla squadra di Giampaolo che ha una media di 0,5 reti subite a partita. Meno positivo invece il bottino dei genovesi: nelle ultime nove trasferte in A ne hanno perse otto incassando in media 2,2 reti a partita. Quagliarella ha segnato in entrambe le gare disputate nella massima serie contro i canarini.

Domenica alle 12,30 la Roma sfida in casa il Chievo reduce dal primo punto stagionale raccolto in casa con l’Empoli, ma penalizzato di tre punti per la vicenda delle plusvalenze fittizie. In 16 precedenti disputati all’Olimpico i veneti hanno vinto solo due volte (l’ultima è datata 7 maggio 2013 grazie alla rete di Thereau). I giallorossi non perdono con i clivensi da dieci incontri e hanno rimediato una sconfitta nell’ultimo turno in trasferta a San Siro con il Milan: la squadra di Eusebio Di Francesco perciò vuole fare bottino pieno, l’ultima volta che la Roma ha steccato due partite consecutive è stata nel maggio 2014 quando in panchina c’era Rudi Garcia.

Alle 15,00 a Marassi il Genoa affronta il Bologna: le due squadre si sono incrociate in questo stadio nel massimo campionato 43 volte con 17 successi per la formazione di casa e 13 vittorie per quella ospite. Gli uomini di Filippo Inzaghi sono rimasti imbattuti in otto delle ultime nove gare contro i genovesi mantenendo sette volte la porta inviolata e devono stare attenti a Piatek dato che il giocatore ha segnato già tre gol in due partite (la prima partita di campionato Milan-Genoa infatti è stata rinviata al 31 ottobre).

Alla stessa ora la Juventus ospita il Sassuolo e Cristiano Ronaldo tenterà di sbloccarsi: i neroverdi invece vogliono sfatare un tabù poiché su cinque precedenti a Torino hanno perso altrettante volte e su dieci incontri sono stati sconfitti otto volte con 25 reti incassate (compreso il 7-0 del 4 febbraio di quest’anno). Di contro i campioni d’Italia in carica sono andati in rete 16 volte e hanno concesso solo un gol agli emiliani nelle cinque sfide precedenti disputate in casa loro. Contemporaneamente alla Dacia Arena andrà in scena Udinese-Torino: in 33 confronti allo stadio bianconero i granata hanno ottenuto sei vittorie ma sono imbattuti negli ultimi cinque. Si preannuncia una partita ricca di gol almeno stando ai quattro match precedenti tra le due squadre (cinque reti di media a confronto). 

Alle 18,00 al Castellani l’Empoli si troverà di fronte la Lazio, i biancocelesti in questo stadio hanno un bilancio negativo con tre successi, tre pareggi e quattro sconfitte. I toscani si sono aggiudicati tre degli ultimi quattro incroci casalinghi contro i capitolini. Le due formazioni sono andate più volte in rete nella scorsa stagione tra A e B: la squadra di casa ha segnato 88 gol nel campionato cadetto, mentre quella ospite 89 nel massimo torneo.

Alle 20,30 chiude la domenica il match Cagliari-Milan: nei 36 precedenti in Sardegna i padroni di casa hanno vinto solo in cinque occasioni e hanno avuto la meglio sui rossoneri otto volte nei 72 incontri in Serie A. Il Milan invece ha sempre trovato la via del gol negli ultimi 17 scontri diretti. Epilogo della quarta giornata lo scontro al Mazza di Ferrara tra Spal e Atalanta (lunedì alle 20,30): la squadra di Semplici ha perso solo una delle ultime sei partite contro i nerazzurri e ha bloccato gli ospiti sull’1-1 nelle due gare dello scorso campionato. Gasperini vuole i tre punti dopo il k.o con il Cagliari e non perde due partite di fila dall’agosto 2017.