Modena-Sassuolo, Dionisi: “Loro avranno entusiasmo, derby che non si gioca da tempo”

Alessio Dionisi Alessio Dionisi - Foto LiveMedia/Luca Amedeo Bizzarri

Ci si allena per giocare le partite vere: non che le amichevoli non lo siano, ma servono di preparazione alle partite vere. La gara con il Modena non darà tre punti, ma varrà la qualificazione al turno successivo. Dobbiamo confermarci e migliorarci: in Coppa Italia partiamo più indietro e dobbiamo vincere almeno due partite per arrivare al turno che ci siamo giocati l’anno scorso. Quando inizierà il campionato, parleremo del campionato; il Modena avrà entusiasmo, giocherà in casa e il derby non si gioca da tempo. I presupposti per una bella partita e una bella atmosfera ci sono, noi dobbiamo fare il resto. Il risultato lo stabilirà il campo. Il fatto che si torni a giocare un derby è significativo: Sassuolo è in provincia di Modena, il Sassuolo ha giocato per cinque anni a Modena e per certi versi è un amarcord. Il nostro obiettivo è passare il turno. Non sarà facile e scontato, basti vedere le partite giocate ieri; alcune hanno venduto cara la pelle, altre avversarie di Serie A invece sono uscite. Ho seguito il Modena l’anno scorso perché amo il calcio e in C ho allenato: è stato sicuramente un campionato avvincente. In Serie B ho allenato per due anni e il livello non si sta abbassando, tutt’altro. Ci presenteremo con questi alla prima partita ufficiale; da qui al 31 agosto, mi auguro non uscirà nessuno, ma se succederà sicuramente chi andrà via sarà sostituito. La perdita di Traoré non è cosa da poco, sia per ruolo che per qualità individuali. Nello stesso ruolo c’è Ceide che sta crescendo, è giovane e avrà una possibilità e avrebbe trovato più spazio indipendentemente dall’infortunio di Traoré”. Queste sono le recenti dichiarazioni di Alessio Dionisi, espressosi in occasione della conferenza stampa antecedente a Modena-Sassuolo. Il tecnico neroverde ha fatto il punto sulla situazione del club emiliano, non sottovalutando l’impegno in Coppa Italia.