Milan-Juventus, Pioli: “Importante ma non decisiva. Ibrahimovic? Non ci sarà, l’ho rimproverato”

Stefano Pioli - Foto Antonio Fraioli

“Milan-Juventus rimane Milan-Juventus per la storia, per il blasone dei due club e per le tifoserie. E’ una partita importante e lo sappiamo. La nostra è una maratona, e dunque non possiamo pensare di fare solo uno scatto. Importante, non decisiva: vogliamo far bene. Mi aspetto una Juventus in crescita che senza dubbio ha dovuto cominciare un nuovo percorso. Rimane una squadra molto forte, ben messa in campo, difficile da prendere in tante situazioni di gioco. Sarà una partita da affrontare molto lucidamente dal punto di vista tattico”. Stefano Pioli presenta così l’importantissima Milan-Juventus in conferenza stampa alla vigilia del match che può decidere il campionato italiano, o comunque le sorti delle due squadre.

In chiave scudetto qualora i rossoneri dovessero vincere potrebbero estromettere definitivamente i bianconeri: “Scudetto? Bisogna continuare a giocare così e continuare a migliorare certe situazione. Per giocare in un certo livello bisogna avere due caratteristiche: intensità e qualità. In tal caso abbiamo buone possibilità. Se la Juventus non perdesse non sarebbe tagliata fuori dalla lotta scudetto. Ricordiamoci che è una squadra molto forte”. Non sarà della partita Zlatan Ibrahimovic e Pioli confessa anche di averlo rimproverato: “Ho rimproverato Ibra per le immagini che ha messo, perché poi dopo mi avete tempestato di messaggi. Sta meglio, ma non sarà della partita di domani”.