La Roma ritrova la vittoria e arriva meglio della Lazio al derby, ma perde Pellegrini

Tifosi Roma - Foto Antonio Fraioli

La Roma torna alla vittoria dopo lo scivolone contro il Verona e con dodici punti in cinque partite può sicuramente dirsi soddisfatta per il cammino fin qui. I giallorossi di Mourinho stanno crescendo e nonostante una prestazione fatta di alti e bassi hanno la meglio di un’Udinese molto pericolosa e lontana parente di quella vista contro il Napoli. Tre punti d’oro all’Olimpico per i capitolini ma il successo è comunque agrodolce: il quarto posto in classifica è importante, arrivare meglio della Lazio (oggi altro pareggio scialbo) pure, ma la Roma lo fa senza Pellegrini, espulso nel finale per un doppio giallo dubbio e dunque grande assente contro i biancocelesti domenica a meno di improbabili ricorsi.

Il primo tempo è molto ben giocato dai giallorossi, che dominano in particolare la prima mezzora fino ad arrivare al gol. Lo segnano i due più criticati – uno da Mourinho, l’altro dai primi malumori dei tifosi: Calafiori sfonda sulla corsia con un’azione personale irresistibile e mette in mezzo per Tammy Abraham che di tacco mette dentro. Gol degno di nota anche soprattutto perché arriva con la squadra di Mourinho in dieci perché Mancini era fuori a farsi medicare. Nella ripresa tante opportunità per i bianconeri friulani di Gotti che con il neoentrato Soppy e con Deulofeu mettono più volte paure a un ottimo Rui Patricio. E nel finale i giallorossi in dieci ci rimangono per davvero e il rosso è davvero amaro perché sotto la doccia ci va Pellegrini. Ininfluente l’espulsione di stasera per il capitano, ma dovrà saltare il derby con la Lazio e questo è davvero un peccato.