Benatia torna all’attacco: “Allegri sparava str***ate su di me, ma nessuno mi ha regalato nulla”

Mehdi Benatia - Foto Antonio Fraioli

L’ex difensore della Juventus Medhi Benatia, nel corso di una diretta Instagram con Blaise Matuidi, è tornato all’attacco nei confronti del suo ex allenatore in bianconero Massimiliano Allegri: “La nostra carriera? Non è stato facile, abbiamo avuto i nostri problemi. Io ho lavorato, come te ero uomo squadra. Ricordo quando ti hanno lanciato al Troyes, poi non ti hanno più tolto dalla squadra. Una curva sempre in salita. E ricordo quello che diceva Allegri, che ogni tanto sparava str***ate, ma su di te diceva che ti si capiva dalla faccia“.

Il centrale marocchino ha elogiato il centrocampista per quanto fatto nella sua carriera: “Che eri un giocatore che giocava 30, 40, 50 partite con tutte le squadre in cui è stato. Quindi uno essenziale in tutti i gruppi, per tutti gli allenatori. Nessun mistero. Ne abbiamo parlato spesso, hai fatto anni pazzi in cui hai segnato 15 gol. E ti chiedi: ma come? Fa il centrocampista difensivo e fa 15 gol? Top player. Quanto hai vinto, 25 titoli? La costanza, la regolarità ad alto livello, sta tutto in quello che metti e fai tutto il giorno. Io sono più vicino alla fine, sono solito guardarmi indietro: non abbiamo rubato niente, abbiamo lavorato duro. E nessuno ci ha dato a gratis“.