Qatar, primi test Fifa sul fuorigioco semiautomatico. Collina: “La tecnologia è utile e ci aiuta”

Pierluigi Collina - Foto Олег Дубина

Al via in Qatar con la Coppa araba 2021 la sperimentazione da parte della Fifa per quanto riguarda la nuova tecnologia sul fuorigioco semiautomatico. Si tratta dei test più importanti fin qui e potranno dire tanto sull’effettiva utilità e sulla possibilità che nei prossimi anni anche i top campionati decidano di affidarsi allo strumento tecnologico: “La tecnologia è molto importante e utile sia nella preparazione pre partita che nel processo decisionale durante le partite – ha spiegato Pierluigi Collina, presidente della commissione arbitri Fifa – In caso di fuorigioco, la decisione viene presa dopo aver analizzato non solo la posizione dei giocatori ma anche il loro coinvolgimento nel movimento. La tecnologia – oggi o domani – può tracciare una linea ma la valutazione di un’interferenza con il gioco o con un avversario resta nelle mani dell’arbitro”.