Francia, Deschamps dice no a Benzema: “Non posso dimenticare quello che mi disse”

Didier Deschamps - Nazionale Francia - Foto Williams Morice - CC BY-ND 2.0

“Quello che è successo ha lasciato un’impronta che non posso dimenticare. Non è solo legato a Benzema, ci sono anche dichiarazioni di altre persone che hanno portato a questo atto violento che colpisce la mia famiglia. Quando si tratta di me, la tattica, l’aspetto tecnico, è qualcosa di normale e non importa. Ma qui si è superato il limite”. Didier Deschamps chiude definitivamente le porte in faccia a Karim Benzema. L’attaccante del Real Madrid, che mancò di rispetto anni fa al commissario tecnico della Francia, non tornerà con i campioni del mondo almeno finché sulla panchina siederà l’ex centrocampista – tra le altre – della Juventus: “È un qualcosa che ha colpito il mio nome, la mia famiglia. Per me questo è inaccettabile. Dire certe cose porta necessariamente a un’aggressività verbale o fisica. Ne subisco ancora le conseguenze. Non possiamo dimenticare. Non posso dimenticare. Non lo dimenticherò mai”.