Cagliari, Godin: “Venuto fuori l’orgoglio: erano mesi che covavamo tanta rabbia”

Diego Godin - Foto Antonio Fraioli

Ieri sera il Cagliari di Leonardo Semplici ha trovato la seconda vittoria consecutiva, confermando la voglia di uscire dalla zona retrocessione. Una voglia che condivide ovviamente anche Diego Godin: il leader difensivo ha esposto al sito ufficiale dei sardi tutte le sue sensazioni.  “Abbiamo mostrato intensità e organizzazione, ma soprattutto la rabbia che avevamo dentro dopo mesi in cui provavamo a fare certe cose. Certe volte alcune cose venivano anche bene, ma senza ottenere risultati. È venuto fuori l’orgoglio di questo gruppo, era fondamentale e sempre lo sarà da qui in avanti”, ha affermato l’uruguaiano.

Il calcio non è solo tecnica o tattica, prima di tutto è ciò che un gruppo ha dentro, è l’energia che si tira fuori e ci si dà l’uno con l’altro dentro e fuori dal campo – continua l’ex Atletico Madrid -. Ora non ha senso guardare a ciò che non ha funzionato nei mesi scorsi, sapevamo e sappiamo che questa squadra ha valori importanti e ora riesce a dimostrarli al meglio. Dobbiamo continuare così, lavorando duramente e giocando spesso come impone il calendario”.

Sul secondo clean sheet di fila da parte dei sardi ha poi concluso:  “A maggior ragione per noi difensori fa piacere non subire reti, ma tutto parte dall’attacco, dall’aiuto reciproco tra i giocatori, dalla collaborazione e l’applicazione in ogni dettaglio. Stiamo mettendo la testa su ogni aspetto, insieme al mister, provando a migliorare e crescere gara dopo gara. Vincere e fare punti è fondamentale per la nostra classifica e per l’autostima”.