Under 21,Italia–Russia 3-2: le pagelle

di - 14 novembre 2017
Luigi Di Biagio - Foto Nazionale Calcio CC BY 2.0

L‘Italia under 21 di Di Biagio è scesa in campo contro i pari età della Russia allo stadio Benito Stirpe di Frosinone. Gli azzurrini hanno agguantato il successo al 94° grazie alla rete decisiva di Orsolini. Ottima la prestazione di Verde che ha siglato il primo gol della sfida. L’Italia Under 21 conferma così il buon momento di forma che nella scorsa finestra di amichevoli l’aveva vista vincere con Ungheria e Marocco.

ITALIA

Audero 6

Non viene mai chiamato in causa. Sui gol subito è incolpevole. (46′ Scuffet 5.5 Si fa anticipare dall’attaccante avversario su un cross da calcio d’angolo, ma la palla finisce sul palo. Subisce un gol su cui difficilmente può fare qualcosa).

Dickmann 6

Esordio assoluto in Under 21. Si intende bene con Verde sulla corsia di destra, rendendosi protagonista con lui di molti scambi che lo portano in più occasioni sul fondo per il cross.

Capradossi 6

La Russia attacca con un possesso palla elaborato, ma il centrale difensivo del Bari è molto bravo a contenere il movimento dell’attaccante avversario, sventando l’inserimento.

Romagna 5.5

Gli avversari si affacciano poche volte, ma nel momento in cui riescono a bucare con uno scambio il suo intervento in diagonale arriva troppo in ritardo.

Pezzella 6

Si sovrappone bene al compagno, come richiesto da Di Biagio, per andare poi a cercare Cutrone o Bonazzoli sul secondo palo. Copre bene le avanzate avversarie dalla sua parte. (65′ Felicioli sv.)

Depaoli 5.5

Si fa vedere poco durante il match, sopratutto nel momento in cui la squadra abbassa i ritmi di gioco, limitandosi a soluzioni semplici.
(57′ Orsolini 7 : suo il gol che consegna il successo agli azzurini)

Barella 6.5

Ha le qualità per fare bene sia in fase offensiva che in fase difensiva. Lo dimostra attaccando ogni pallone con intensità e concentrazione.

Mandragora 5.5

Dopo il gol di Verde la squadra si ferma e produce poche manovre offensive. Dal centro arrivano pochi palloni, complice un Mandragora non attivo. (65′ Murgia sv.)

Verde 7

Ottima prestazione. Segna direttamente da calcio d’angolo grazie all’errore clamoroso dell’estremo difensore Leschuk. Gioca bene sia con il destro che con il sinistro, mettendo in difficoltà la difesa avversaria ogni volta che entra in possesso del pallone. (57′ Parigini 6.5 I ritmi bassi del match influiscono sul suo rendimento. Avanza sulla fascia con difficoltà, senza il supporto dei compagni. Si riscatta poi al 77′ quando insacca il gol del pareggio).

Cutrone 6

Scendendo sulla trequarti riesce spesso a giocare da sponda, facilitando l’inserimento degli esterni e del compagno di reparto. Quando arrivano i palloni dalla fascia vince ogni duello aereo, sfiorando il gol in un paio di occasioni. Sbaglia il calcio di rigore che avrebbe riportato gli Azzurri in vantaggio.

Bonazzoli 6

Si infila sempre bene tra le maglie avversarie sugli assist di Verde, indovinando ogni volta il movimento per mandare fuori tempo la difesa russa. Di contro, spreca troppe occasioni dentro l’area di rigore. (65′ Favilli sv.)

All. Di Biagio 6

La squadra gioca un buon calcio sopratutto nei primi ’20 di gioco. Dopo il vantaggio smette di creare occasioni subendo la rimonta degli avversari. Alla fine Orsolini salva la serata

© riproduzione riservata