NBA 2019/2020: Antetokounmpo show contro Boston, Rockets rimonta da urlo su Dallas

Giannis Antetokounmpo, Milwaukee Bucks 2017-2018 - Foto Keith Allison CC BY-SA 2.0

Sono sei le gare andate in scena nella notte NBA. Nella bolla di Orlando è ripartita la stagione 2019/2020 e Giannis Antetokounmpo ha ricominciato da dove si era fermato. E’ suo il contributo più netto alla vittoria di Milwaukee contro Boston per 119-112 al termine di un match tiratissimo. 36 punti, 15 rimbalzi e 7 assist per la stella dei Bucks, che raggiungono la vittoria anche grazie a un +18 di plus/minus. Nel finale dell’incontro polemica per un fallo – sarebbe stato il sesto – non fischiato proprio ad Antetokounmpo, secondo la stella dei Celtics Marcus Smart l’errore è voluto da parte degli arbitri: “Sappiamo bene come sono andate le cose: sarebbe stato il sesto fallo per Giannis e gli arbitri hanno preferito non mandarlo fuori”.

Il match più emozionante è stato però quello tra i Dallas Mavericks e gli Houston Rockets, vinto dalla squadra “in trasferta” per 149-153. Dallas conduce per larghi tratti, ma Harden è come al solito senza freni e mette a referto qualcosa come 49 punti, consentendo a Houston di mantenersi a contatto. A 45 secondi dal termine, però, sono sette i punti di vantaggio per i Mavericks e con questa situazione di punteggio soltanto 2 volte nelle precedenti 713 c’era stato il ribaltone. I Rockets però ci credono e compiono il capolavoro. Si va all’overtime e la spunta proprio la franchigia del Barba, capace di segnare 40 o più punti per la ventesima volta in stagione: agli avversari odierni non sono bastati i 28 punti di Luka Doncic e la tripla doppia personale numero ventitré in carriera.

GLI ALTRI MATCH – La corsa all’ottavo posto in West Conference vede la vittoria fondamentale di San Antonio contro Sacramento. Gli Spurs vengono trascinati da DeRozan con 17 punti solo nell’ultimo quarto che valgono il definitivo 129-120 contro i Kings. Nello scontro diretto tra ottava e nona, importante vittoria dei Portland Trail Blazers all’overtime pe 140-135 sui Memphis Grizzlies grazie a una prestazione sopra le righe dell’immortale Carmelo Anthony. A Est i Magic battono i Nets per 118-128 e li superano al settimo posto: nella vittoria di Orlando su Brooklyn da segnalare l’ottima performance di Vucevic. Infine, i Phoenix Suns hanno battuto i Washington Wizards per 112-125, ma difficilmente queste due squadre potranno giocare i playoff.