Basket, Serie A1 2018/2019: Milano in scioltezza, Trento sbanca Venezia

Jeff Brooks, Olimpia Milano 2018-2019 - Foto BC Khimki Moscow official FB profile

L’Olimpia Milano allunga in classifica. Nella diciannovesima giornata del massimo campionato di basket italiano i ragazzi di Simone Pianigiani battono nettamente Pesaro e si portano a +6 su Venezia che viene sconfitta a domicilio da Trento. Tutto facile per Milano che risponde con rabbia alla sconfitta a tavolino maturata a Pistoia e travolge Pesaro 111-74: match mai stato in discussione, all’intervallo James e compagni banchettano sul 59-28. Nella ripresa minutaggio per tutti, con Nunnally che è il top scorer di serata con 25 punti. Per Pesaro si tratta del terzo stop consecutivo e adesso la classifica comincia a far paura.

Si ferma a tre la striscia di successi consecutivi dell’Umana Reyer Venezia, i lagunari vengono sconfitti all’overtime da Trento per 77-81. Vana la rimonta dei ragazzi di Walter De Raffaele che nel secondo tempo recuperano 19 punti di svantaggio, forzano il match all’overtime ma gli ospiti sono più cinici e vincono anche grazie ai 22 punti di Aaron Craft. Con questo successo Trento è vicinissima alla zona playoff. Riprende la marcia Avellino, gli irpini ritrovano la vittoria dopo tre sconfitte di fila e si impongono contro Brescia per 79-67 salendo a quota 24 punti. Primo tempo equilibrato (40-41) poi nella ripresa Caleb Green (23 punti) e compagni si scatenano e non lasciano scampo ai lombardi che rimangono al palo, a 16 punti in classifica.

Quinta vittoria di fila per Brindisi, i pugliesi battono Pistoia 80-70 e agganciano a quota 24 punti Cremona e Avellino: partita dominata per Brown (23 punti) e compagni contro il fanalino di coda toscano. Sale al quinto posto in classifica Varese, i lombardi espugnano Trieste per 96-104 dopo una partita spettacolare con uno scatenato Giancarlo Ferrero che mette a segno 28 punti con 6 su 7 dalla lunga distanza. Continua la risalita di Torino, i piemontesi infilano la seconda vittoria consecutiva e lo fanno contro Sassari per 102-83. Un match ben giocato dai ragazzi di Paolo Galbiati che prendono in mano le redini del gioco sin dall’inizio e nella ripresa si scatenano anche grazie alle tredici triple di squadra messe a segno contro una difesa sarda poco attenta a testimonianza del momento poco felice.

Negli anticipi del sabato è arrivata la vittoria di Cremona che si è imposta contro la Virtus Bologna per 87-70 confermando il terzo posto in classifica a 24 punti. Match in equilibrio sino all’ultimo quarto quando Saunders e compagni mettono il turbo e per gli ospiti non c’è più nulla da fare. Continua l’ottimo momento di Cantù che ha sbancato Reggio Emilia 89-99 trovando il quarto successo di fila che proietta la squadra allenata da Pashutin nelle zone nobili della classifica. Migliore in campo Frank Gaines con 29 punti, mentre a Reggio Emilia non è bastato il trentello di Kelvin Rivers.