Ilaria D’Amico: “Non riesco a parlare della scomparsa di mia sorella, è molto complicato”

Ilaria D'Amico - Foto Sky

Incredibile che io lo abbia dato l’addio al calcio prima di Gigi. Ho chiuso questo lungo capitolo di giornalismo sportivo durato 23 anni. Ho imparato il mestiere in Rai, con dei maestri importanti. Dopo un reality sportivo su Mediaset, la rivoluzione di Sky Sport. Il calcio era la mia zona di confort e avrei potuto lavorare in quel campo per altri venti anni, ma non avevo altre sfide da rilanciare”. Queste sono le parole d’esordio di Ilaria D’Amico, giornalista sportiva italiana, intervistata durante la trasmissione ‘Verissimo’. La moglie di Gianluigi Buffon ha parlato del suo forfait dagli studi di Sky Sport, una cesura dopo più di un ventennio di giornalismo sportivo di prima fascia.

Successivamente, Ilaria D’Amico ha commentato la scomparsa della sorella Catia, con particolare commozione:La commozione mi spezza la gola e il respiro. È molto complicato parlarne. Sono grata di aver avuto più tempo da dedicare alla mia famiglia, mia mamma e la figlia di mia sorella Catia. Lei per me era un punto di riferimento, la persona che è lì per te. Io ho preso su di me le verità di questo percorso per lasciare lei tranquilla e poi via via ho spiegato alle altre persone della famiglia. Perché così tutti insieme potevamo dare a mia sorella la forza e la speranza di esserci nel migliore dei modi. Lei ci ha restituito la sua ironia, la sua capacità di affidarsi. La vita ci ha regalato, in questa situazione terribile nella quale avrei dato senza pensarci anche organi di me, il fatto di affrontare questo percorso terribile unite. Lei si è spenta pian piano. Credo sia una ricompensa per chi è stato così generoso“.