Tour de France 2017, le pagelle della 15° tappa: Mollema eccezionale, Froome in giallo con spavento

di - 16 luglio 2017
Chris Froome - Foto di Ciclismo Italia CC BY 2.0

Nella quindicesima tappa del Tour de France Mollema è perfetto e arriva da solo a braccia alzate. In seconda posizione Ulissi che vince la volata dei battuti, terzo Gallopin. Froome resta in giallo ma con paura, il britannico è costretto a inseguire sul Col de Peyra Tallade riuscendo a ricucire il gap dopo una foratura.  

Martin è l’unico dei big che riesce a guadagnare 13″ in classifica generale. Nella quindicesima tappa della corsa francese i corridori affrontano 5 gran premi della montagna spalmati sui 189,5 chilometri che portano la carovana da Louissac – Sévérac l’Eglise a Le Puy – en – Velay. La tappa è caratterizzata da una corposa fuga con ben 28 atleti: Jan Bakelants (AG2R-La Mondiale), Bauke Mollema (Trek-Segafredo),  Alessandro De Marchi, Amaël Moinard, Nicolas Roche e Damiano Caruso (BMC), Kristjian Durasek e Diego Ulissi (UAE), Thibaut Pinot (FDJ), Serge Pauwels (Dimension Data), Tony Martin, Robert Kiserlovski, Maurits Lammertink (Katusha), Tiejs Benoot, Thomas De Gendt e Tony Gallopin (Lotto-Soudal), Michael Matthews, Warren Barguil e Simon Geschke (Sunweb), Luis Angel Maté e Dani Navarro (Cofidis), Primoz Roglic (LottoNL-Jumbo), Lilian Calmejane e Romain Sicard (Direct Energie), Dylan Van Baarle (Cannondale-Drapac), Tsgabu Grmay (Bahrain-Merida), Romain Hardy e Pierre-Luc Périchon (Fortuneo-Oscaro).

A poco più di 60 km dalla fine, quando la fuga ha già un vantaggio cospicuo che supera i 7 minuti attacca Tony Martin con l’obiettivo di arrivare con del margine al Col de Peyra Tallade di prima categoria.

Nel gruppo, ancora prima del gran premio della montagna, attacca in massa l’Ag2r e mentre il gruppo è lanciato ad alta velocità fora Chris Froome. La squadra francese non si ferma e continua con il suo ritmo, il britannico è costretto a inseguire e con l’aiuto di tutto il team (compreso Landa) la maglia gialla riesce a rientrare. Intanto Quintana alza bandiera bianca e perde contatto dal gruppo dei big.

Nel gruppo di testa, invece, Barguil prende l’iniziativa, stacca Martin e sgrana il gruppo di attaccanti, dal quale parte in contropiede Mollema. Il corridore della Trek tira dritto fino al traguardo e arriva da solo a braccia alzate.

 
PAGELLE
 
Tony Martin 6.5
 
La sua azione sembra pura follia ma per cercare la vittoria non poteva fare in altra maniera. Merita la sufficienza per il coraggio.
 
Ag2r 6
 
Azione di forza per cercare di far saltare il banco. Tentativo apprezzabile ma  non decisivo.
 
Quintana 4
 
In questo Tour non funzionano né le gambe né la testa. Un fantasma in bicicletta.
 
Mollema 10
 
Numero eccezionale dell’olandese che dopo il Col de Peyra Tallade parte in contropiede e gli inseguitori lo rivedranno solamente al traguardo.
 
Caruso 8
 
Un lottatore vero, premiato a fine giornata con la decima posizione nella generale.
 
Ulissi 7
 
Il grande sconfitto di giornata è l’azzurro. Bravo a tenere anche sulle pendenze più arcigne del Col de Peyra Tallade, poi però, con la compagnia non riescono più a riprendere uno scatenato Mollema. Deve accontentarsi di una seconda piazza che lascia il rammarico.
© riproduzione riservata