Roland Garros 2019: Cecchinato si fa rimontare da Mahut, fuori al primo turno

Marco Cecchinato - Foto Adelchi Fioriti

Primo turno da incubo per Marco Cecchinato al Roland Garros 2019. Nello stesso torneo che lo aveva visto imporsi al mondo del tennis, il ventisettenne siciliano subisce una rimonta spettacolare da Nicolas Mahut e viene eliminato per la quarta volta consecutiva nel turno inaugurale di un Grande Slam (6-2, 7-6, 4-6, 2-6, 4-6). L’azzurro si arrende dopo tre ore e ventidue minuti di gioco.

Questa sconfitta costa al ventisettenne siculo 720 punti nel ranking e la probabile uscita dalla top 40.

LA CRONACA – Cecchinato approccia in maniera ottimale alla partita. Il siciliano martella da fondo mettendo in difficoltà Mahut, che si trova costretto a cedere il primo game di battuta a trenta (0-30).

Il transalpino, trovatosi aggredito dal gioco dell’azzurro, non riesce a trovare le giuste contromosse arrendendosi dopo soli ventotto nel primo set con ulteriore break ottenuto da Cecchinato nell’ottavo gioco (6-2).

Nel secondo parziale Mahut si mostra più effervescente costringe ai vantaggio Cecchinato nei primi due game al servizio. Entrambi i giocatori non concedono nulla sul proprio servizio e la conseguenza inevitabile è che si arrivi al tie-break. Ad avere la meglioè nuovamente Cecchinato, che conquista il set alla seconda occasione utile approfittando di un dritto lungo di Mahut (7-6).

TERZO SET – Nel terzo set il transalpino parte forte portandosi a triplo break point sul servizio di Cecchinato nel secondo game. Il siciliano, però, non trema ed annulla tutte le chance a disposizione del proprio avversario conquistando cinque punti in fila.

L’inerzia della partita appare capovolta tanto che l’azzurro nulla può sui turni al servizio successivi, cedendoli in due occasioni: Mahut rientra in corsa (4-6). Sulla scia dell’entusiasmo generato nel parziale precedente il francese appare ingiocabile per Cecchinato dalla parte del rovescio dominando il quarto set senza difficoltà nonostante inizi ad accusare un fastidio alla schiena per il quale richieda l’intervento del fisioterapista (2-6).

Durante tie-break decisivo risulta il settimo gioco, nel quale Cecchinato si porta più volte a palla break senza riuscire a concretizzare le opportunità a sua disposizione. È l’anticamera del successo per Mahut. Dopo il grande spavento arriva un break a zero nel decimo e ultimo game (4-6), che vale la qualificazione al secondo turno.