Qualificazioni maschili Australian Open 2022: Fabbiano, Giannessi e Cobolli al turno decisivo

Thomas Fabbiano - Foto Ray Giubilo

È una grande giornata azzurra a Melbourne nelle qualificazioni maschili degli Australian Open: dei quattro italiani impegnati, ben tre, infatti, sono riusciti ad ottenere il pass per il turno decisivo e i loro nomi sono Thomas Fabbiano, Alessandro Giannessi e Flavio Cobolli. Il mercoledì è stato aperto dal gran trionfo del pugliese, vincitore su Frederico Ferreira Silva con lo score di 6-2 7-5: il numero 202 sta provando a dare una svolta a questa fase della sua carriera, dopo un 2021 che ha sicuramente deluso le sue aspettative. Il brindisino, che qui può vantare il terzo turno del 2019, ora dovrà vedersela con uno tra Mitchell Krueger ed Emilio Gomez: chi vincerà, entrerà nel tabellone principale degli Australian Open.

Successo importantissimo anche per Alessandro Giannessi, che mai si era spinto così avanti nel primo Major dell’anno: lo spezzino annulla tre match point al più quotato francese Quentin Halys e vince per 3-6 6-3 7-6. Dopo una partenza ad handicap, la quale ha condizionato l’intero primo set, l’azzurro ha reagito, conquistato il secondo parziale e lottato in una complicatissima terza frazione. Il ligure, infatti, si è trovato in svantaggio per 4-1 e, dopo aver recuperato il break e trascinato l’avversario al super tiebreak, ha dovuto cancellare due match point consecutivi sul 9-7, più un terzo sul 10-9, prima di chiudere 12-10 e alzare le braccia al cielo. L’ultimo ostacolo del nostro portacolori verrà fuori dal match che vede di fronte Yannick Hanfmann, testa di serie numero 8, e Tim Van Rijthoven.

Vince con autorità anche il giovane Flavio Cobolli: il diciannovenne azzurro, alla sua prima presenza nelle qualificazioni di uno Slam, raggiunge già lo step decisivo e, grazie al netto successo ai danni di Zdenek Kolar, avvenuto con il punteggio di 6-4 6-2, si candida fortemente ad ottenere un posto per il tabellone principale. Il match è stato in equilibrio fino al 2-2 del primo set, poi l’italiano ha spiccato il volo, conquistato 10 dei successivi 12 game ed è volato sul 6-4 5-0. Un piccolo passaggio a vuoto, dovuto prettamente alla forte tensione, non ha rovinato la festa di Cobolli, il quale ha chiuso, in un’ora e mezza, un incontro dominato dall’inizio alla fine. Tra Flavio e il main draw, è rimasto solo Tomas Martin Etcheverry.

Piccola nota stonata di questo mercoledì australiano, la sconfitta di Andrea Vavassori: il torinese perde contro Ernesto Escobedo e deve rinunciare al sogno di qualificazione. Lo statunitense, vittorioso per 7-6 6-4, è stato bravo a sfoderare una prestazione molto solida al servizio, giocando meglio con i colpi di inizio gioco, soprattutto durante i momenti importanti.