Italia-Corea del Sud, Fognini: “In Davis ho stimoli diversi, daremo il massimo”

Fabio Fognini - Foto Ray Giubilo
La sfida fra Italia e Corea del Sud fornirà stimoli particolarmente positivi per gli atleti azzurri, pronti a offrire il meglio di loro stessi per i colori della nazionale nostrana. Il delicato match di Coppa Davis andrà in scena all’interno del Tennis Club di Cagliari, a porte chiuse a causa dell’allerta Coronavirus, seppur questo elemento non dovrebbe influire sulla concentrazione dei giocatori in campo, comunque rinvigoriti dall’importanza dell’evento stesso.
L’azzurro Gianluca Mager, protagonista del secondo singolare, ha rilasciato interessanti dichiarazioni ai microfoni della Federtennis: “Non mi aspettavo di essere titolare, Sonego credo non sia al top fisicamente. Per me è un’emozione incredibile, sono contentissimo di poter vestire questa maglia e dare il 100% per il mio Paese, ringrazio il capitano per tutta la fiducia che ha riposto in me. Sono pronto per dare il massimo, cercherò di ripagare tutta la squadra per portare a casa il mio match. Sono due settimane particolari, è successo tutto così velocemente, non me l’aspettavo, cercherò di continuare a cavalcare quest’onda”.
Successivamente il ligure Fabio Fognini ha alimentato le già convincenti premesse illustrare da Mager, mediante un commento analitico: “Vengo da un mese negativo, non mi sono potuto allenare come avrei voluto e dovuto. Ho saltato due tornei, a Dubai sono andato senza aspettative e ho deciso soltanto all’ultimo di giocare. Qui mi sono allenato tre giorni molto intensamente, ho superato il piccolo infortunio al polpaccio che avevo avuto. Ora c’è solo da giocare, allenarmi e vivere la competizione che mi è mancata molto nell’ultimo periodo. Ho sempre risposto presente, a prescindere da vittoria o sconfitta, per me giocare per la mia Nazione è una responsabilità diversa e credo di averlo sempre dimostrato nella mia carriera. La situazione ambientale, purtroppo, non sarà delle migliori ma salvaguardare la salute di tutti quanti resta la priorità. Noi ce la metteremo tutta per andare a Madrid”.