INTERVISTA – Internazionali d’Italia 2022, Lorenzi: “Livello altissimo già nelle prequalificazioni, ci divertiremo “

Paolo Lorenzi - Foto Ray Giubilo

Paolo Lorenzi lavorerà al fianco del direttore Sergio Palmieri durante gli Internazionali BNL d’Italia 2022. La notizia, già nota nell’ambiente, è stata diffusa al grande pubblico in occasione della conferenza stampa che ha presentato la nuova edizione della rassegna. L’ex numero 33 del mondo non ha preso parola durante l’evento, ma a margine ha parlato ai microfoni di Sportface. Questa chance è nata grazie ad una chiamata del presidente Binaghi e di Sergio Palmieri. Sono onorato che abbiano pensato a me e ho subito colto al balzo questa occasione – spiega Lorenzi -. Far parte dell’organizzazione del Foro Italico è un sogno. Parto con entusiasmo, le esperienze nuove mi affascinano molto. Giocare a tennis attualmente non mi manca, ma lo dico a bassa voce (ride, ndr). Ho giocato il primo satellite nel 1997 e ho disputato l’ultimo torneo nel 2021. Ho giocato da professionista per quasi 25 anni ed ero arrivato alla fine, bisogna capire quando è il momento di smettere”. 

L’apprendistato al fianco di Palmieri sarà un’esperienza importante che potrebbe forgiare Lorenzi per la direzione futura del torneo: Mi aspetto di dover imparare tante cose da Sergio Palmieri, che dirige gli Internazionali BNL d’Italia da tanti anni. Lui sa tutto di Roma ed in generale degli eventi. Io inizio sapendo di dover imparare moltissimo da lui, poi piano piano vedremo. In generale sono entusiasta di questa e delle altre cose che sto facendo, sono tutte nuove esperienze nel mondo del tennis e non potrei chiedere di meglio”. In conclusione anche due battute sulle prequalificazioni, che inizieranno il 30 aprile e metteranno in palio 6 wild card maschili (2 main draw, 4 qualificazioni) e 4 wild card femminili (tutte nelle nelle qualificazioni): Abbiamo tanti giovani di livello e avremo un tabellone di livello altissimo. Invito davvero tutti a venire perché assisteremo da subito ad un tennis di ottima fattura”.