INTERVISTA – Caruso: “Felice per il best ranking, ma punto in alto”

Salvatore Caruso, Atp Umago 2019 - Foto Roberto dell'Olivo

Salvatore Caruso ha vissuto un 2020 da sogno, seppur lo stop per Coronavirus abbia influito sulla costanza delle sue prestazioni. Il tennista di Avola ha raggiunto il proprio best ranking, innalzando esponenzialmente il suo livello di gioco nel post-lockdown e ottenendo la 76ª piazza della classifica generale ATP. In occasione del compleanno di Caruso, il direttore Alessandro Nizegorodcew ha pubblicato un’intervista recentemente attuata ‘al fianco’ dell’isolano, conversando in vista della stagione 2021.

Caruso ha descritto l’annata appena passata, esternando soddisfazione per gli obiettivi raggiunti: “Sono felice del mio best ranking, ho faticato molto per raggiungerlo, ma punto più in alto. Ho iniziato la preparazione da quattro settimane. Sembra che stia preparando la Maratona di New York (ride, ndr), ma sono soddisfatto. Sto lavorando sui dettagli. A Sofia ho sconfitto Kuzmanov e Auger-Aliassime, questo torneo mi ha offerto una particolare spinta per preparare la stagione 2021. Il successo contro il canadese ha mostrato il meglio di me, ho servito bene e palesato un tennis di alto livello“.

In seguito, l’atleta siciliano ha offerto considerazioni sul proprio tennis: “Devo migliorare molti aspetti, tra i quali il servizio e il dritto. Voglio provare a trovare colpi risolutivi, i vincenti utili in situazioni di difficoltà. Con rammarico, credo che la sconfitta per mano di Jaziri (Australian Open 2018, ndr) mi abbia fornito una particolare ‘spinta’ nei successivi match dei tornei Slam. Bisogna gestire le energie mentali e fisiche, mi piace giocare nei 5 set. Spero vivamente che non cambino la formula relativa ai 5 parziali, sono sforzi contemplabili per 4 eventi annuali“.

Caruso ha peraltro illustrato i propri sogni a lungo termine: “Se avessi la possibilità di giocare alle Olimpiadi, di certo la coglierei al volo. Rappresentare la mia nazione sarebbe un sogno, sono molto legato alle mie radici. Il gruppo azzurro è solido, ci riuniamo spesso e stiamo bene insieme. Personalmente, gradisco scambiare consigli con gli altri tennisti italiani, anche considerando i rispettivi prossimi avversari“.

L’intervista video integrale, dalla durata di circa 20 minuti, è disponibile sul canale Spazio Tennis del direttore Alessandro Nizegorodcew. Per la fruizione del video è necessario sottoscrivere un abbonamento di 3 euro al mese, così da poter usufruire di contenuti esclusivi riguardanti il mondo del tennis. Trovate tutto a questo link: https://www.patreon.com/posts/45062515