Challenger Lexington 2019, Jannik Sinner da sogno: è in finale con Bolt

Jannik Sinner - Foto Roberto dell'Olivo

Jannik Sinner non si ferma. Il tennista azzurro sconfigge nettamente Jc Aragone nella semifinale del Challenger di Lexington (Stati Uniti, cemento) con il punteggio di 6-2 6-4 e vola in finale, la sua terza in carriera, dove se la dovrà vedere con l’australiano Alex Bolt che nell’altra semifinale ha avuto la meglio del britannico Lloyd Glasspool. Con questo risultato Sinner lunedì prossimo entrerà tra i primi 170 della classifica mondiale.

IL MONTEPREMI DEL TORNEO E I PUNTI IN PALIO

DATA, ORARIO E TV DELLA FINALE

GLI HIGHLIGHTS

L’inizio di partita sembra molto equilibrato con i due giocatori che tengono i primi due games di servizio senza particolari patemi d’animo. Uno dei momenti chiave della partita lo si vive a cavallo tra il quinto ed il sesto game: Aragone commette due doppi falli, perde la battuta e sul 3-2 Sinner è bravissimo ad annullare una pericolosissima palla del controbreak e a volare sul 4-2. Da quel momento c’è un solo giocatore al comando con l’azzurro che brekka nuovamente il suo avversario e chiude in scioltezza il primo set per 6-2.

Nel secondo set Aragone annulla una palla break nel primo gioco, prova a tenere botta ma il break è solamente una questione di tempo ed arriva nuovamente nel quinto gioco. Sinner è glaciale al servizio, anche nel momento decisivo, sul 5-4, commette un doppio fallo ma subito dopo si riscatta con l’ace e va a chiudere i conti per 6-4.