Australian Open 2022, il padre di Djokovic: “Vorrebbe competere, ma non a queste condizioni”

Novak Djokovic - Foto Ray Giubilo

“L’essere vaccinati o meno risponde a un diritto personale. Nessuno può violare la privacy di un individuo, perché ognuno ha il diritto di decidere per la propria salute. Non credo che Novak dichiarerà se è vaccinato o meno, è un argomento che riguarda solo lui”. Così Srdjan Djokovic, padre del numero uno del mondo, ha parlato ad una televisione serba in merito alla partecipazione del figlio al prossimo Australian Open. Infatti, sono ben note le rigide misure adottate dalle autorità australiane, che permetteranno l’accesso nel Paese solo a chi si è vaccinato contro il Covid. Le liste di partecipazione alla competizione verranno chiuse il 6 dicembre, per cui i tempi cominciano ad essere stretti. Srdjan ha aggiunto: “Alcune esternazioni sono state vergognose perché lo hanno chiamato in causa direttamente. Lui vorrebbe competere, ma non a queste condizioni. Non lo farei nemmeno io”.