Atp Finals 2022: Djokovic domina Ruud in due set e vince per la sesta volta il torneo

Casper Ruud, Andrea Gaudenzi e Novak Djokovic Casper Ruud, Andrea Gaudenzi e Novak Djokovic - Foto Ray Giubilo

Novak Djokovic batte Casper Ruud 7-5 6-3 e si aggiudica le Atp Finals 2022 di Torino. Il tennista vince un primo set combattuto e risolve il secondo parziale toglendo il servizio al norvegese nel suo secondo turno di battuta. Djokovic torna a vincere le Finals dopo 7 anni e lo fa per la sesta volta, eguagliando il record di Roger Federer. Il serbo diventa anche il più anziano a conquistare il titolo dell’ultimo torneo dell’anno (35 anni e 182 giorni) superando anche qui il campione elvetico. Ruud rimane dietro Nadal nel ranking Atp, restando fermo in terza posizione. Djokovic resta numero 5 a 2000 punti da Alcaraz, numero 1 del mondo, differenza data dalla decisione dell’Atp di non assegnare i punti a Wimbledon, torneo vinto dal serbo. Sia Ruud che Djokovic avranno l’opportunità di recuperare punti in classifica nell’Australian Open, Slam a cui il norvegese in questa stagione non aveva partecipato per infortunio e il serbo non aveva potuto giocare per i divieti imposti dall’Australia per i non vaccinati.

Primo set combattuto in cui Ruud rischia subito di perdere il servizio concedendo 2 palle break. Il norvegese si salva con due ottime prime e tiene in piedi il set. Dopo le palle break concesse si va avanti senza problemi da entrambe le parti con 3 servizi tenuti a zero. Ruud concede un palla break sul 4-3 ma si salva di nuovo. Il set sembra indirizzato verso il tie-break ma Djokovic con un pò di fortuna riesce a rubare il servizio al norvegese nell’ultimo game chiudendo il set 7-5. Solo 5 punti conquistati da Ruud sul servizio del serbo, che ha chiuso il set con 6 ace e l’86% di punti vinti sulla prima di servizio, stessa percentuale del norvegese.

Secondo set sullo stesso filone del primo con Djokovic che non soffre nei suoi turni di battuta e Ruud sempre troppo passivo da fondo campo. La svolta arriva nell’inizio del parziale dopo un errore a rete di Ruud che concede 2 palle break al serbo nel quarto game. Palle break che Djokovic sfrutta allungando 3-1 e confermando il break salendo 4-1 mettendo il match in ghiaccio. Continua a macinare il serbo che non concede nulla nei suoi turni di servizio chiudendo la finale 7-5 6-3.