Sci alpino, Bassino dopo il Team Event di Soldeu: “Adesso volto pagina”

Marta Bassino - Foto Gabriele Facciotti, Pentaphoto Ski World Cup 2018/2019, Levi (FIN), Marta Bassino (ITA), 16/11/2018, , Photo by Gabriele Facciotti, Pentaphoto

L’Italia è stata eliminata ai quarti di finale nel Team Event di Soldeu, valevole per le finali di Coppa del Mondo 2018/2019 di sci alpino. Il quartetto formato daIrene Curtoni, Alex Vinatzer ,Manfred Moelgg e Marta Bassino è uscito contro la Germania, in una sfida vinta meritatamente dai tedeschi.

“Sicuramente faceva molto caldo, io purtroppo ho sbagliato e questa è una pista abbastanza facile in cui non puoi permetterti errori, perché se sbagli sei fuori subito e infatti così è successo – commenta Irene Curtoni ai microfoni della Fisi -. A me il parallelo è sempre piaciuto, magari non è molto accattivante in tv, ma dal vivo è spettacolare e anche gareggiare è divertente. Anche noi ragazze abbiamo cominciato a prendere i pali da sopra, ma non si sa se questa tecnica potrà essere ancora utilizzata in futuro. La mia stagione? È stata difficile da metà in poi, non sono più stata in forma e dopo le ultime gare penserò a curare il mio fisico per la prossima”.

Motivata a cambiare Marta Bassino, che ha perso il duello contro Christina Geiger: “Il parallelo è diverso perché c’è il confronto diretto con l’avversaria: io sono partita e non vedevo la Geiger, quindi pensavo di essere davanti, poi pian piano cominciavo a vederla, vuol dire che lei recuperava, così ho perso la linea, mi sono buttata troppo dentro e sono scivolata. Adesso volto pagina, voglio cercare di fare bene domenica in gigante per ripartire da buone sensazioni l’anno prossimo”.

Sconfitto anche Manfred Moelgg, finito dietro a Fabian Himmelsbach: “Ho provato a dare il massimo, ma sono rimasto agganciato con il braccio e purtroppo non è andata. In questi giorni ho fatto un po’ di slalom in allenamento, ho avuto sensazioni buone. Vediamo come si presenterà la pista, penso che nella prima manche dovranno salarla. In ogni caso è una pista ripida, la neve sarà simile a quella di Kranjska Gora”.

Battuto Alex Vinatzer, che contro lo specialista Anton Tremmel non ha potuto opporsi: “Ad Are è andata meglio, ma le condizioni e la neve erano diverse. Del resto anche Francia e Austria sono uscite contro avversarie che pensavano di poter battere. Le mie ultime gare non sono andate come speravo, qui in allenamento è andata bene, la pista è bella e nello slalom di domenica partirò con un pettorale più basso del solito, perciò cercherò di entrare nei 15”.