Curling, preolimpico Leeuwarden 2021: l’Italia batte la Repubblica Ceca e vola alle Olimpiadi di Pechino

Joel Retornaz, Italia curling Joel Retornaz, skip della nazionale italiana di curling - Foto FISG

Italia da sogno e qualificata alle Olimpiadi di Pechino 2022 nel curling maschile. Il team azzurro, composto da Joel Retornaz, Amos Mosaner, Sebastiano Arman e Simone Gonin, batte la Repubblica Ceca nel primo spareggio al torneo preolimpico di Leeuwarden, nei Paesi Bassi, e così facendo è la seconda qualificata di diritto ai Giochi invernali. Sette vittorie e una sola sconfitta non erano bastate e chiudere in testa il girone, ma il secondo posto viene confermato con questa vittoria nel match contro i cechi, chiuso col punteggio di 6-5 sul filo di lana.

Il primo end è pesantissimo per gli azzurri, visto che con un super tiro che è un vero e proprio colpaccio di Retornaz l’Italia annulla la stone ceca, che era fino ad allora quella più vicina al centro, e ne piazza tre in home, che fruttano altrettanti punti. Nel secondo end ci portiamo in avanti e i cechi devono giocare sulla difensiva, è bravo Klima a portare a casa almeno un punto. Retornaz non benissimo nell’ultimo tentativo del terzo end, portiamo comunque a casa un punto. Due invece per i cechi, che purtroppo accorciano sul 4-3 in un end che fino ad allora stava sorridendo all’Italia. Un punto per noi nel quinto end con Retornaz che continua a fare il bello e il cattivo tempo, poi bravissimi gli azzurri che chiudono senza far segnare punti ma senza subirne il sesto end. Un punto a testa, al termine di tiri abbastanza regolari, portano il parziale sul 6-4 a due end dal termine. Nono game che purtroppo sorride ai nostri avversari: fino all’ultimo tiro di Klima, addirittura tre stone italiane in home, ma il ceco è perfetto e trova il punto del 6-5, aprendo la strada a un ultimo end da thriller. Già, perché prima dell’ultimissimo lancio (abbiamo noi il martello) di Retornaz, sono due le pietre ceche nella casa, ma con un tiro perfetto il nostro fuoriclasse le spazza via e preserva il punteggio di 6-5 che ci regala il pass per Pechino.