Rio 2016: il Coni veste Snoopy d’azzurro. Malagò: “Scommessa vinta”

Il Coni veste Snoopy d'azzurro - Foto Sportface

Snoopy si veste di azzurro. Un atleta speciale, un nuovo compagno di viaggio entra a far parte dell’Italia Team, la squadra azzurra pronta a volare a Rio per i Giochi Olimpici 2016. La novità è stata presentata questa mattina nella Tribuna Autorità del Centrale del tennis, al Foro Italico, dal presidente del Coni Giovanni Malagò, dal vice segretario generale e responsabile della preparazione olimpica Carlo Mornati, dal direttore marketing Diego Nepi, dal senior director di Peanuts Tara Botwick e con la presenza del project advisor Maurizio Occhipinti e di alcuni atleti azzurri già qualificati per l’Olimpiade: la coppia di beach volley femminile Marta Menegatti e Viktoria Orsi-Toth, le veliste iridate Giulia Conti e Francesca Clapcich, gli olimpionici Carlo Molfetta e Antonio Rossi, l’ex cestista Carlton Myers e il marciatore Marco De Luca. “Stiamo andando nella giusta direzione – ha sottolineato Malagò – anche questa è una scommessa vinta. Grazie a tutta la direzione marketing, con la quale abbiamo iniziato a lavorare due anni fa su questo accordo. È molto divertente vestire Snoopy con il tricolore: quando lo si acquisterà per i bambini si darà automaticamente un contributo al nostro mondo”.

L’idea nasce dalla voglia di creare una nuova e innovativa attività di licensing, affiancando al marchio Coni l’immagine di un testimonial trasversale con valori radicati nel territorio e coerenti con quelli dei principali valori dello sport a tutti i livelli, che ne amplifichi così i messaggi positivi e contemporaneamente sia uno strumento di comunicazione utile. Una logica che miri ad estendere la ricerca e l’impiego delle sponsorizzazioni ben oltre l’anno olimpico, divenendo una costante del fundraising del nuovo modello di gestione dello sport italiano, con ulteriori ricadute positive sul sistema e con beneficio per tutti gli stakeholders. “Vogliamo arrivare nel 2017 ad avere un fatturato tra i 7 e i 10 milioni di euro con royalties tra l’8 e il 12 per cento – ha sottolineato Nepi – Il nostro target è la Generazione Z, quella dei bambini, per arrivare attraverso un’implementazione ad abbracciare anche il mondo dei Millennials”. Il Coni svilupperà in Italia un progetto che vedrà Snoopy impegnato in tutte le discipline olimpiche nelle vesti di atleta dell’Italia Team. Il programma coprirà diverse aree merceologiche: dal mondo dei giochi, con peluche e giochi educazionali sul tema dello sport, al mondo dell’abbigliamento, degli accessori e dei servizi, creando, così, un importante flusso di royalties. Snoopy diventerà dunque la mascotte tricolore, volto di una serie di progetti e attività che intendono diffondere la pratica sportiva a tutti i livelli, in particolare nei giovani e giovanissimi, per promuovere la cultura dello sport come modello di valori di convivenza sociale. Italia Team e Snoopy, pronti a volare a Rio 2016.