Nuoto, Barelli: “Una madre in tribuna fa più chiasso di un concerto? Siamo in crisi”

Paolo Barelli - Foto Sportface

Come è possibile che, tra qualche giorno, la Fin per la ripresa delle attività organizzi il Settecolli di nuoto alla piscina dello stadio del nuoto e non può avere il pubblico? Significa che una mamma che va a vedere il proprio figlio in tribuna fa più chiasso del fan che va a vedere Max Gazzè?“. Queste sono le questioni poste da Paolo Barelli, presidente della Fin, in merito all’apertura al pubblico dell’evento di nuoto del Foro Italico, il Settecolli, in programma dall’11 al 13 agosto 2020. In seguito, Barelli ha analizzato dettagliatamente il momento del nuoto italiano: “Noi non sappiamo cosa dire alle società, questi sono i veri temi che mi interessano, non i mandati o il Cio. Siamo in una situazione di delicata crisi, siamo sull’orlo del precipizio“.