Wimbledon, Nadal si ritira per l’infortunio agli addominali: Kyrgios in finale

Rafa Nadal Rafa Nadal - Foto Ray Giubilo

Sfuma il sogno grande Slam per Rafael Nadal, costretto a ritirarsi in semifinale al torneo di Wimbledon per infortunio. Lo spagnolo, infatti, aveva accusato uno strappo agli addominali durante il match di quarti di finale, opposto all’americano Taylor Fritz. Nonostante il dolore Nadal era comunque andato avanti nella scorsa partita, vincendo eroicamente il match e qualificandosi in semifinale. Il dolore però è troppo forte e non permette allo spagnolo di essere in condizione per competere e scendere in campo in buone condizioni.

Ad approfittare di ciò c’è Nick Kyrgios, che a questo punto si ritrova in finale senza giocare nello slam londinese per la prima volta in carriera. In assoluto per l’australiano è la prima finale Slam, dunque una vera e propria occasione per svoltare la carriera che di sicuro non vorrà farsi scappare.

Tornando a Nadal, però, ecco le parole di rammarico dello spagnolo dopo il ritiro forzato: “Sono qui perchè mi devo ritirare dal torneo, per l’infortunio agli addominali subito. Ho uno strappo, ho pensato tutto il giorno alla decisione da prendere ma penso non abbia senso continuare. Sono molto triste, però, man mano che si va avanti l’infortunio può solo che peggiorare”. Poi aggiunge: “Non riesco a fare il movimento normale del servizio, non sono in condizione per scendere in campo. Devo rispettare me stesso, non voglio giocare senza poter essere al 100% ed essere competitivo per vincere il torneo. Inoltre a questo punto della mia carriera sforzarsi è pericolosissimo, non posso rischiare così tanto e stare due tre mesi fuori dai tornei. Se succede va bene, però non deve accadere perchè io mi sforzo e chiedo troppo al mio corpo”. Sul sogno grande Slam sfumato, dichiara: “In realtà non ci penso, ora gioco per essere felice, vincere il più possibile e basta”.