Coni, Petrucci a Malagò: “Sii il nostro portabandiera, dobbiamo prendere una posizione”

GIanni Petrucci GIanni Petrucci - Foto Sportface

Noi ti votiamo, sei tu che devi fare la squadra per la Giunta. Al nuovo sottosegretario devi far presente che noi siamo stati eletti e che rappresentiamo lo sport italiano. Devi essere tu il nostro portabandiera“. Questa è la richiesta avanzata dal presidente della Federazione italiana pallacanestro, Gianni Petrucci, a Giovanni Malagò, numero uno del Coni, durante il Consiglio nazionale al Foro Italico. “Questa dicotomia tra Comitato olimpico e Sport e Salute ormai è diventata una favola. Non ho nulla contro Vito Cozzoli – ha continuato Petrucci – ma facciamo riunioni con Sport e Salute e poi emerge che siamo tutti d’accordo, mentre non è così. Ora dobbiamo capire se siamo noi i rappresentanti dello sport italiano democraticamente eletti. Dobbiamo prendere una posizione: non è possibile che i soldi vengano messi a concorso, costringendoci a fare concorrenza tra le Federazioni“.

Vogliamo essere compatti? Dobbiamo seguire le azioni del presidente del Coni. Giovanni, perché non prendi tu l’iniziativa di parlare con il CTS? Calcio e basket ci sono riusciti, ma è stato un miracolo. Io soffro a vedere che si sta sbriciolando tutto perché non c’é unità concreta tra di noi. Riprendi la centralità e saremo con te“, ha concluso Petrucci rivolgendosi a Malagò. “Prima andava difesa la casa – ha risposto Malagò – ora dobbiamo fare chiarezza su questa incomprensibile forma di sovrapposizioni, deleghe e ruoli. Questo è il prossimo obiettivo, al 100%: così non si può andare avanti“.