Ciclismo, Europei Trento 2021: l’analisi dei favoriti della prova a cronometro uomini Elite

Filippo Ganna con la maglia azzurra

La prova a cronometro per gli uomini agli Europei di Trento è completamente pianeggiante e ha una lunghezza di 22.4 chilometri. Il campione del mondo Filippo Ganna si può considerare come il favorito per questa prova, e cercherà di rifarsi dopo le delusioni dei campionati italiani e delle Olimpiadi, chiuse comunque al quinto posto su un percorso non adatto a lui. Lo svizzero Stefan Bisegger sarà il suo principale avversario, dato che è molto in forma a viene dalla vittoria nel crono del Benelux Tour.

Proprio i due compagni di Ganna e Bisegger saranno altri due contendenti importanti per le medaglie, ovvero Edoardo Affini e Stefan Kung. I due hanno chiuso al secondo e terzo posto la citata crono del Benelux Tour, con l’italiano che ha anche battuto Ganna a campionati italiani. Kung invece ha vinto la crono degli Europei lo scorso anno e per tutta la stagione ha fatto buone prove, tra cui l’ottimo quarto posto di Tokyo.

Oltre agli italiani e agli svizzeri per le medaglie saranno della battaglia anche il francese Remi Cavagna, vincitore della prova a cronometro al recente Giro di Polonia e il danese Kasper Asgreen, che chiuse secondo la crono conclusiva del Tour de France. Discorso a parte per Tadej Pogacar e Remco Evenepoel, due autentici fenomeni che disputeranno anche la prova in linea tre giorni dopo. I due non vivono un momento perfetto dato che Pogacar non ha concluso la Bretagne Classic, mentre Evenepoel dopo aver dominato il Giro di Danimarca e varie gare in Belgio, si è dovuto ritirare dal Benelux Tour per via di problemi intestinali. Sappiamo però quanta classe abbiano i due e dunque saranno sicuramente competitivi.

Per un piazzamento in top ten se la giocheranno anche il portoghese Joao Almeida, il polacco Maciej Bodnar, l’altro danese Mikkel Bjerg, il tedesco Max Walscheid, l’irlandese Ryan Mullen, lo slovacco Jan Barta e l’olandese Jos Van Emden.