Napoli-Salernitana, Colantuono: “Giocatori stoici, a fine primo tempo c’era gente che rigettava”

Stefano Colantuono - Foto Antonio Fraioli

“Abbiamo fatto la gara che ci aspettavamo di fare, che fanno tutte le squadre quando vengono a giocare a Napoli. Avere pazienza e ripartire, e ci siamo riusciti, con sacrificio. Voglio ringraziare squadra e giocatori, che hanno dimostrato di essere stoici: c’era gente che a fine primo tempo rigettava. Una serie di problematiche grosse che avevamo mascherato nel primo tempo. Ripartiamo da qui”. Così Stefano Colantuono, ai microfoni di Dazn, ha commentato la partita della Salernitana contro il Napoli, in cui i partenopei si sono imposti 4-1. Dopo aver evitato di commentare gli episodi che hanno portato ai due rigori concessi ai partenopei, il tecnico dei granata ha invece respinto le polemiche rispetto alle sue dichiarazioni manipolate alla vigilia della sfida: “Bisogna vedere che titoli fanno. Ho detto che ero dispiaciuto per la situazione che si era venuta a creare, anche a livello di normative. Ieri si sono negativizzati due giocatori che non abbiamo potuto convocare perché serve una visita medica che non abbiamo fatto in tempo a fare. Parlavo di questo, non ho mai detto che sarei andato a giocare una partita senza giocarmela. Non fa parte della mia indole. In carriera ho vissuto molti momenti difficili, figuriamoci se mi spavento a venire a giocare contro il Napoli. Non mi piacciono però questo regolamenti del Covid, non riesco bene ad interpretarli, c’è ancora qualcosa da limare”.