Mondiali 2018, Tunisia: i convocati

Saber Khelifa. Tunisia - Foto Magharebia CC BY 2.0

Dopo l’exploit vertiginoso nel Ranking Fifa, la Tunisia non vuole farsi trovare impreparata ai Mondiali di Russia 2018. Nel girone G la Tunisia è inserita in compagnia di Belgio, Panama e Inghilterra. Un gruppo difficile e che lascia poche speranze per il passaggio del turno con Belgio e Inghilterra super favorite. Ma la Tunisia vuole crederci e farà di tutto per lottare fino alla fine. Yohan Benalouane è la colonna portante di questa selezione ma in attacco non manca la qualità: Bassem Srarfi del Nizza su tutti. Il commissario tecnico Nabil Maâloul va a caccia della qualificazione per far esplodere di gioia l’intero paese.

I convocati

Portieri: Aymen Mathlouthi (Al Batin), Moez Ben Cherifia (Esperance), Moez Hassen (Chateauroux), Farouk Ben Mustapha (Al Shabab).

Difensori: Hamdi Nagguez (Zamalek), Dylan Bron (Gent), Rami Bedoui (Etoile du Sahel), Yohan Ben Alouane (Leicester), Syam Ben Youssef (Kasimpasa), Yassine Meriah (CS Sfaxian), Bilel Mohsni (Paris FC), Khalil Chammam (Esperance), Oussama Haddadi (Dijon), Ali Maâloul (Al Ahly).

Centrocampisti: Elyes Skhiri (Montpellier), Mohamed Amine Ben Amor (Al Ahli), Ghaylane Chaâlali (Esperance), Karim Laâribi (Cesena), Ferjani Sassi (Al Nasser), Ahmed Khalil (Club African), Seifeddine El Khaoui (Troyes), Mohamed Wael Laârbi (Tours).

Attaccanti: Fakhreddine Ben Youssef (Al Ettifaq), Anis Badri (Esperance), Bassem Srarfi (Nizza), Ahmed Akaichi (Al Ittihad), Naim Sliti (Dijon), Saber Khelifa (Club African), Wahbi Khazri (Rennes).

About the Author /

Romano, nato in una calda estate del 1995 mentre la capitale iniziava a scoprire Francesco Totti e Alessandro Nesta. Cresciuto tra la terra e i sassi dei campetti della periferia romana e appassionato di scrittura. Ma tra il pallone e la penna ho scelto un compromesso: scrivere di calcio