Atletica, Jacobs: “Mi piace essere un esempio per i giovani”

Marcell Jacobs Marcell Jacobs - Foto LiveMedia/Sven Beyrich/JustPictures

 “La cosa che più mi fa piacere quando la gente mi ferma per strada, non è solo il selfie o l’autografo ma è quando mi ringraziano per quello che ho fatto e per aver dato loro speranza. Mi piace essere un esempio per i giovani, riuscire a far capire loro che nessuno ci regala niente e lo sport può essere un grandissimo insegnamento di vita”. Queste le dichiarazioni del campione olimpico dei 100 metri piani e della staffetta 4×100 Marcell Jacobs, intervenuto oggi alla Torre Allianz a Milano per la presentazione dell’accordo tra Fiamme Oro Polizia di Stato e Allianz. “La vita dopo le Olimpiadi di Tokyo è cambiata da un giorno all’altro, ho realizzato il mio sogno fin da bambino: partire per le Olimpiadi e tornare con una medaglia d’oro. Siamo poi tornati con due, quindi è andata anche meglio del mio sogno. All’estero tutti sanno quanto è stato importante quello che sono riuscito a fare: ovvero portare a casa per l’Italia una medaglia d’oro dei cento metri, nessuno era riuscito a farlo, e quando vado all’estero tutti si complimentano, perché nessuno lo aveva mai fatto e noi siamo riusciti a vincerla”, ha chiuso così l’azzurro.