Atletica, Jacobs: “Ansia se ripenso a finale Tokyo 2020. Accuse doping? Inglesi dovrebbero guardare in casa propria”

Marcell Jacobs - Foto Pagliaricci/GMT

Ripenso tante volte alla finale, ci pensavo la settimana scorsa. Mi stavo immaginando di rivivere quel momento quando stavo per partire dai blocchi, mi è venuta l’ansia. Mi sono detto ‘ma come ho fatto a gestire quel momento?’. Perché solo al pensiero…”. Queste le parole di Marcell Jacobs, oro olimpico nei 100 metri e nella staffetta 4×10 a Tokyo 2020, pronunciate nell’intervista rilasciata al Tg1. L’azzurro ha poi parlato delle accuse di doping arrivate dall’Inghilterra: L’unico atleta dopato trovato quest’anno nell’atletica è inglese, fa abbastanza ridere che cercano qualcosa al di fuori quando dovrebbero guardare prima in casa loro. Io turbato? So tutti i sacrifici che ho fatto, le fatiche per arrivare dove sono ora, quindi non mi turbano assolutamente, tanto sono cose non vere e le cose non vere non mi toccano”.