Milan ai cinesi: nuovo rinvio? Berlusconi chiede un’altra caparra

di - 29 novembre 2016

La trattativa tra Fininvest ed i cinesi sembra non terminare più. L’esclusiva con tanto di 100 milioni di caparra terminerà il 13 dicembre ma già si inizia a lavorare su un eventuale (ed ulteriore) rinvio.

In giornata, Marco Fassone (futuro amministratore delegato indicato dal fondo Sino Europe Sports) ha incontrato i vertici di Fininvest per discutere il possibile rinvio del closing per l’acquisto del Milan. Nell’assemblea il tema riguardante lo slittamento per un mese (massimo un mese e mezzo) sembra esser stato accolto con positività da entrambe le parti, tempi necessari per reperire tutti i soldi e le necessarie autorizzazioni dalla Cina.

Silvio Berlusconi, dal canto suo, ha pubblicamente messo in chiaro le cose. Nel caso in cui ci dovesse esser un ennesimo rinvio, il patron rossonero chiederebbe una nuova caparra ai cinesi. Difatti, da quanto appreso in mattinata, dall’altra parte filtra ottimismo proprio perché la Sino Europe Sports sarebbe disposta a versare altri 50-100 milioni nelle casse di Fininvest per poi chiudere definitivamente l’operazione nel mese di gennaio.

In attesa di comunicati stampa ufficiali, vi aggiorneremo costantemente sullo sviluppo della situazione che presenta ancora come punto cardine il 13 dicembre fissato da Berlusconi.

© riproduzione riservata