Laver Cup 2022, Berrettini c’è: batte Auger-Aliassime al super tie-break e conquista due punti per Team Europe

Matteo Berrettini Matteo Berrettini - Foto Ray Giubilo

Dopo più di due ore di gioco Matteo Berrettini riesce a superare Felix-Auger Aliassime con lo score di 7-6(11) 4-6 10-7 e conquista la prima vittoria di giornata per Team Europe alla Laver Cup 2022. Proprio come lo scorso anno a Boston, è il super tie-break a decidere le sorti della sfida tra i due, e ancora una volta ad avere la meglio è il tennista romano. Matteo tornerà in campo in tarda serata per il doppio in coppia con Novak Djokovic.

IL PROGRAMMA DELLA SECONDA GIORNATA

RISULTATI e CLASSIFICA

PROGRAMMA E COPERTURA TV

FORMAT E REGOLAMENTO

I PARTECIPANTI

PRIMO SET – Ai blocchi di partenza è il canadese a scattare meglio. Per tutta la durata del set non viene mai impensierito nei propri turni di battuta, con Matteo che non riesce mai ad arrivare a trenta in risposta ed è costretto invece un paio di volte a ricorrere ai vantaggi sul suo servizio. L’epilogo non può che quindi essere un tie-break. L’azzurro va sotto di un mini break, lo recupera e sale 5-2. Da qui iniziano i patemi, con Matteo che non riesce a concretizzare varie situazioni di vantaggio. Si torna in equilibrio sul 5-5 e si va avanti fino all’11-11, quando il tennista romano riesce finalmente a chiudere sul 13-11 grazie ad un dritto al volo di Auger-Aliassime che si ferma sul nastro.

SECONDO SET – Le difficoltà dell’azzurro in risposta continuano anche nella seconda frazione, non riuscendo mai ad impensierire l’avversario. Ma questa volta l’unica palla break che concede nei propri turni di battuta gli è fatale. Arriva il break nel terzo game del parziale e il canadese riuscirà a mantenerlo senza alcun patema fino al 6-4 finale.

SUPER TIE-BREAK – Come nella sfida dello scorso anno a Boston, è il super tie-break a decidere il vincitore. I servizi dominano nella prima fase, ma dall’1-2 Matteo cambia marcia: sono addirittura sei i punti di fila. Dall’8-4 il canadese si rifà sotto fino all’8-7, ma l’azzurro trova prima un servizio vincente ep poi un errore di dritto dell’avversario che lo portano a conquistare la vittoria e i due punti