Atp Stoccarda 2019: Berrettini in stato di grazia, annichilito Kudla e semifinale

Matteo Berrettini - Foto Adelchi Fioriti

Prosegue la settimana da favola di Matteo Berrettini, che si qualifica per le semifinali dell’ATP 250 di Stoccarda. Il tennista romano supera per 6-3 6-3 l’americano Denis Kudla in 1 ora e 14’ e nel penultimo atto del torneo tedesco troverá il vincente del match tra Struff e Pouille.

Parte benissimo il match del romano, che dopo aver tenuto il servizio in apertura di partita sfrutta l’unica palla break concessa nel secondo game dall’americano (approfittando di una prima di servizio assente nei momenti chiave del game) per salire subito 2-0. Berrettini è implacabile con il servizio e non fatica a portarsi 4-1, con Kudla che riesce a sbloccarsi nel suo secondo turno di battuta, in poco più di 10’ di gioco. Proprio nel sesto game l’azzurro spreca un’importante chance per prendersi il doppio break di vantaggio, game che poi Kudla chiude accorciando sul 4-2. A sua volta è poi Berrettini ad andare in difficoltà, costretto a ricorrere ai vantaggi (e ad una prima di servizio chiamata out ma che Hawk-Eye converte in buona per miracolo) per confermare il break di vantaggio. L’americano, al servizio per prolungare il set, si salva dal 15-30 e non molla la presa: la soliditá con la battuta di Berrettini però è magistrale e due aces di fila gli regalano altrettanti set point che il romano trasforma alla prima occasione con un profondo rovescio lungolinea che manda fuori giri Kudla e gli regala il primo set per 6-3.

Lo statunitense è un osso molto duro su erba, e i primi game del secondo set lo dimostra non solo tenendo agevolmente il proprio servizio, ma mettendo anche in difficoltà il romano in un quarto game che Berrettini fa suo grazie ancora ad una prima molto incisiva. I problemi per Kudla ritornano presto, già sul 2-2, quando l’italiano si procura tre palle break consecutive tutte annullate dall’americano senza responsabilità  di Berrettini; arriva però ai vantaggi, una quarta palla che l’azzurro converte con un gran dritto che Kudla non contiene e lo manda 3-2 e servizio. È il punto di svolta definitivo del match, perchè Berrettini sta giocando una settimana pazzesca e, senza concedere alcuna palla break, chiude al primo match point (sul servizio di Kudla) con un doppio 6-3 che gli regala l’accesso alla semifinale.