Atp Eastbourne 2019: Fabbiano supera Djere in un match rocambolesco

Thomas Fabbiano - Foto Ray Giubilo

Thomas Fabbiano sconfigge con il punteggio di 7-6(5) 7-6(6) Laslo Djere e raggiunge i quarti di finale dell’Atp 250 di Eastbourne. Molto bene l’azzurro nei momenti decisivi del match, aiutato di certo dalla vena sprecona dell’avversario odierno. Ai quarti il pugliese se la vedrà con il vincente del match tra Simon e Jarry.

CRONACA – Avvio molto convincente da parte di Fabbiano che nel secondo gioco dell’incontro si fa subito vedere negli specchietti, per usare un gergo automobilistico, ma è bravo Djere a risalire da 15-30 grazie al servizio. Il break del pugliese è però nell’aria e nel sesto gioco arriva puntualmente grazie a due ottimi dritti inside-in che costringono all’errore l’avversario. Avanti 5-3 Thomas si incarta e, complice anche il forte vento, commette qualche sbavatura di troppo che rimette nel set il serbo. Ringalluzzito dall’accenno di rimonta, il 24enne di Senta trova nuova linfa, annulla set-point nel decimo gioco e piazza un ulteriore break nel successivo game grazie ad un paio di variazioni col back che confondono ancor di più un intorpidito Fabbiano. La continuità però non è di questo match e nel miglior momento di Djere, ecco che risorge l’azzurro e si prende con coraggio il contro-break che porta il primo parziale al tie-break. È Thomas il primo ad allungare grazie ad un prezioso mini-break ottenuto nel terzo punto, che gli vale di fatto il primo set con il punteggio di 7-6(5) in 1 ora di gioco.

Nonostante il set di vantaggio il tennis dell’italiano appare più prevedibile e falloso di quanto non lo fosse ad inizio partita e così il break di Laslo non si fa attendere nel quarto gioco del secondo parziale. Avanti nel punteggio, Djere lascia andare il braccio e fulmina a più riprese un Fabbiano in confusione che perde un’altra volta la battuta spedendo l’avversario al servizio per il set. Il numero 30 del Mondo non sfrutta però 4 set-points ed inizia ad inanellare errori su errori, che ricordano la fine del primo set, seppur a parti invertite. Il giocatore di Grottaglie in un batter d’occhio prima impatta sul 5 pari, poi porta nuovamente il set al tie-break. Il serbo scappa via sul 4 a 2, ma come avvenuto nel set pasticcia nel momento decisivo e finisce per perdere anche il secondo set. Finisce 7-6(5) 7-6(6) a favore di Thomas Fabbiano dopo 2 ore e 2 minuti di gioco.