Rio 2016, Diana Bacosi e Chiara Cainero: “Essere mamme è valore aggiunto” (VIDEO)

Diana Bacosi e Chiara Cainero - Rio 2016 - Foto Sportface.it

DALL’INVIATO A RIO DE JANEIRO

Le donne sono già forti di loro, le mamme ancora di più, con capacità organizzative che gli uomini non hanno. Ci sono tante mamme atlete che partono e fanno un sacco di cose, molte dopo la maternità raggiungono risultati anche migliori. E ci sono tante donne in carriera. Essere mamma è un valore aggiunto, non una penalizzazione”. Lo dice Chiara Cainero, lo sottoscrive Diana Bacosi, rispettivamente medaglia d’argento e d’oro nello skeet ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro.

Dopo lo storico pomeriggio all’Olympic Shooting Centre, le due tiratrici azzurre hanno ricevuto la festa azzurra a Casa Italia. E il primo pensiero, ancora una volta, va ai figli. “Ho sentito Mattia (7 anni, ndr), mentre mio marito piangeva lui era contentissimo e urlava: ‘Brava mamma, brava’ – ha rivelato la Bacosi – Dedico questo oro a lui, a mio marito e ai miei genitori che sono eccezionali e mi sono stati sempre accanto sacrificando i loro impegni e la vita quotidiana”.

Io vorrei ringraziare tante persone – ha spiegato la Cainero – ma ho un bambino (Edoardo, due anni e mezzo, ndr) che mi aspetta a casa e il mio pensiero va lì e ai parenti che sono con lui. Sono stati quattro anni duri per me, lasciarlo a casa non è facile”. Ora Diana e Chiara potranno volare in Italia per abbracciarli.

GUARDA IL VIDEO

Sportface/Italpress

L’autore: /

Nato il 25 giugno 1982, pochi giorni dopo ho deciso di fare il giornalista sportivo guardando la finale di Wimbledon tra Connors e McEnroe e il terzo trionfo Mondiale dell'Italia. Professionista dal 2010, ho lavorato per la Gazzetta dello Sport, Il Tempo e l'agenzia di stampa Italpress. Amo tutti gli sport, soprattutto i più strani