Pugilato, deceduto il giordano Al-Swaisat dopo il ko ai Mondiali Junior

Pugilato - Foto beyrouth - CC-BY-2.0
Il mondo del pugilato piange la scomparsa del giordano Rashed Al-Swaisat. Il giovane pugile è morto in seguito ai colpi subiti durante i recenti campionati mondiali juniores in Polonia. Lo si apprende dall’organo dirigente Aiba. Rashed Al-Swaisat è stato ricoverato in ospedale dopo essere stato eliminato dall’estone Anton Vinogradov in un incontro di pesi massimi leggeri a Kielce. La radio polacca Zet Sport ha riferito che il 19enne è deceduto lo scorso lunedì. “È con profonda tristezza che abbiamo appreso della scomparsa del pugile giordano Rashed Al-Swaisat, che era stato ricoverato in ospedale il 16 aprile in seguito del suo incontro durante i Campionati mondiali giovanili“, ha scritto l’Aiba, “Rashed è nei nostri cuori e nelle nostre preghiere. I nostri pensieri vanno alla sua famiglia, agli amici e ai compagni di squadra, ai quali porgiamo le nostre più sincere condoglianze“.