Nuoto, Gregorio Paltrinieri: “Il momento più emozionante a Rio sul podio con Detti”

Gregorio Paltrinieri - Foto Antonio Fraioli

Minimo sforzo massimo rendimento. Gregorio Paltrinieri vince nei 1500 metri specialità stile libero col tempo di 15’08″57 piazzandosi davanti a Simone Ruffini (15’19″78) e Domenico Acerenza (15’22″45). Negli Assoluti Invernali 2016, in assenza del collega e amico Gabriele Detti, il campione olimpico ha mostrato una condizione non perfetta dopo i tanti impegni della stagione. In testa un unico obiettivo: i Mondiali di Budapest (dal 23 al 30 luglio) per provare a bissare il trionfo di Kazan 2015.

“Sono stanco e finalmente abbiamo finito la stagione –ha affermato il detentore del record mondiale nei 1500 m in vasca corta ai microfoni della Rai – E’ stato un anno strepitoso per me, ho fatto un sacco di gare belle, provando sensazioni incredibili come nella finale olimpica che mi hanno fatto crescere. Credo di aver gestito quella gara al meglio, concentrandomi al 100% solo su quello che volevo fare. Questo dovrò riproporlo nelle prossime occasioni. Il momento più emozionante ai Giochi è stato sul podio con Gabriele Detti – ha sottolineato il nuotatore di Carpi – non tanto nel corso della gara perché fino alla fine mi sono concentrato. Nel 2017 cercherò di andare ancora più forte!”.

L’autore: /

Nato nel ’90 come Mario Balotelli, con cui ho in comune oltre l’età la passione per il calcio e le freccette, sono redattore presso Spazio Tennis e studio nel tempo perso. Potrei abbindolarvi dicendovi che amo il calcio champagne ed il tiki taka ma, in realtà, mi soffermo su piccoli particolari come i capelli di Lemina o l'alta percentuale di cross di Isla sugli stinchi avversari.