Volley, Mondiali 2018: l’Olanda doma la Francia al tie-break, vincono Serbia e Bulgaria

di - 16 settembre 2018

L’Olanda si conferma la grande sorpresa dei Mondiali di volley maschile battendo anche la Francia al tie-break, un giorno dopo aver sconfitto i campioni olimpici del Brasile. Continuano a vincere anche Bulgaria e Serbia, al terzo successo nella manifestazione.

A Varna i padroni di casa domano agevolmente una spenta Cuba in tre set, mentre servono quattro set alla Serbia per avere la meglio dell’Australia.

Olanda-Francia 3-2 (23-25, 19-25, 25-21, 25-23, 15-12)

Si conferma un’Olanda in versione deluxe quella di questi Mondiali. Dopo il successo a sorpresa in quattro set contro il Brasile, gli oranje vanno avanti anche contro la Francia nel primo set ma si sciolgono nel finale di parziale. Un break di 5-0 consegna l’uno a zero ai transalpini per 25-23.

L’entusiasmo per la super rimonta compiuta trascina Ngapeth e compagni avanti due a zero. Messa alla corde l’Olanda, però, riesce a reagire e si assicura il terzo set per 25-21. La partita stratosferica in attacco di Nimir Abdel-Aziz (31 punti) permette agli oranje di agganciare il tie-break.

Qui l’Olanda la spunta per 15-12. Grazie a questo successo gli arancioni si portano a otto punti nella pool B, davanti a Francia e Brasile.

Cuba-Bulgaria 0-3 (22-25, 16-25, 18-25)

La Bulgaria travolge in tre set una spenta Cuba e si assicura il passaggio alla seconda fase del torneo, quando potrà disputare i match nella capitale Sofia. Grazie al successo ottenuto a Varna, i padroni di casa salgono a nove punti nella pool D. Nikolay Uchikov chiude come top-scorer con 17 punti.

Serbia Australia 3-1 (25-20, 21-25, 25-17, 25-19)

La Serbia continua a ruotare vorticosamente i suoi uomini e ottiene un successo in quattro set contro l’Australia. Per i balcanici il miglior realizzatore è Srecko Lisinac con 18 punti. Da segnalare anche il ritorno da titolare di Atanasijevic, che chiude il match con 12 punti.

 

© riproduzione riservata