LIVE – Conferenza bollettino oggi giovedì 26 marzo: numeri ore 18:00 in DIRETTA

Il live e la diretta scritta della conferenza stampa del bollettino nella giornata di giovedì 26 marzo 2020. I numeri, i contagi e i decessi di oggi raccontanti nel consueto discorso da parte della autorità competenti rappresentate dalla Protezione Civile e non solo. Si assottiglierà nuovamente il trend in Italia? Sportface.it vi terrà compagnia nella serata di oggi dalle ore 18:00 con il live scritto e tutti gli approfondimenti.

Segui il LIVE su Sportface.it

AGGIORNA LA DIRETTA

Il live della conferenza stampa partirà alle ore 18:00


18.25 – “L’evoluzione di questa epidemia è stata improvvisa, massiccia nelle zone del Nord. Si è subito attivato il sistema, si sono fatte delle valutazioni all’approccio decisamente accurate. L’istituto Superiore della Sanità ha partecipato a tutti gli incontri del comitato tecnico scientifico”.

18.20 – “Dati preoccupanti? La cosa importante è che sia un rallentamento della curva. Non possiamo aspettarci una diminuzione improvvisa. I prossimi giorni vedremo gli effetti delle decisioni. Stiamo già analizzando i motivi di questo aumento. Vedremo le ipotesi nei giorni a venire. Bisogna avere pazienza, questo tipo di epidemia non ha una soluzione immediata”.

18.15 – “Duecento test rapidi stanno per essere messi a disposizione dall’Oms. Il tampone viene raccomandati per i casi sospetti, deve essere rafforzata la procedura di diagnostica. Ci teniamo a difendere il personale sanitario, è inevitabile sia esposto anche a rischio della propria salute. Queste persone vanno tutelate. Devono sapere se sono o meno positivi. Le misure sembrano avere effetto: registriamo quello che è avvenuto 15 giorni fa. Credo che sia importante non abbassare la guardia, stiamo assistendo all’allentamento della curva. La mortalità segue di qualche giorno la fase dei casi diagnosticati”.

18.13 –  “Fondamentale continuare con una politica di isolamento, anche per diminuire una pressione sulle strutture ospedaliere. Questo non vuol dire chiudere a chiave delle persone. Il supporto va garantito con attività, in base a cosa ha a disposizione il Paese. Al primo segno di aggravamento deve essere fornito un supporto ospedaliero”.

18.10 – Parla Luigi D’Angelo, capo operativo Protezione Civile: “Ogni mattina selezioniamo la sinergia con le varie regioni in videoconferenza. Da un lato puntiamo lo svuotamento delle navi da crociera, ai porti di Savona e Civitavecchia. Continua l’attività dello spostamento dai pazienti in terapia intensiva verso alle strutture”.

18.08 – “E’ in partenza il primo contingente di medici verso Bergamo, Modena e Vicenza. Contiamo di dare continuità all’invio dei medici. Da oggi sarà aperto un analogo appello per l’infermieri. Nei prossimi giorni auspichiamo di poter selezionare un numero importante di infermieri”.

18.07 – Parola ad Agostino Miozzi, direttore del Dipartimento Protezione Civile: “62013 il totale dei positivi, 3612 sono le persone in terapia intensiva. Registrare 662 nuovi deceduti”.

18.05 – Inizia la conferenza stampa.

18.00 QUI I DATI REGIONE PER REGIONE DI GIOVEDI’ 26 MARZO

DATI NUOVI CONTAGI IN LOMBARDIA

DATI NUOVI CONTAGI IN ABRUZZO

DATI NUOVI CONTAGI IN SICILIA

DATI NUOVI CONTAGI IN PIEMONTE

DATI NUOVI CONTAGI NEL LAZIO

DATI NUOVI CONTAGI NELLE MARCHE

DATI NUOVI CONTAGI IN CALABRIA

DATI NUOVI CONTAGI IN TOSCANA

17.45 Buon pomeriggio e benvenuti alla diretta scritta della conferenza stampa delle ore 18 sull’emergenza coronavirus in Italia. Ecco alcuni dati in attesa che inizi.