LIVE – Juventus, Massimiliano Allegri in conferenza stampa (DIRETTA)

Massimiliano Allegri - Juventus - Foto Bruno Silverii

La diretta live della conferenza stampa di Massimiliano Allegri, la prima dal suo ritorno alla guida della Juventus. Alle ore 14.30 di martedì 27 luglio sarà possibile conoscere le prime parole del tecnico livornese nella sua avventura bis in bianconero. E allora andiamo a scoprire le sue dichiarazioni da Vinovo nella nostra diretta testuale con gli aggiornamenti in tempo reale per non perderci neanche una parola dell’allenatore.

Sportface.it non vi lascerà soli e vi terrà compagnia.

LA DIRETTA TV E STREAMING

AGGIORNA LA DIRETTA


15.14 Allegri: “Io sono un allenatore aziendalista. E’ una parola che mi piace molto, significa portare risultati e valore, in sintonia con la Società”.

15.09 Allegri: “Da martedì prossimo avrò tutta la squadra a disposizione. Poi, da quel punto, dovrò trovare l’equilibrio fra il giocare bene e ottenere risultati, nelle varie fasi della stagione”.

15.07 Allegri: “Anche quest’anno ha vinto la miglior difesa, quindi è importante prendere meno gol degli altri. La sensazione è che la quota Scudetto sia 87/88 punti, poi vedremo. I calendari? Giochiamo quando ci dicono di giocare, nessun problema”.

15.03 Allegri: “Kulusevski è un ottimo giocatore, con un motore importante, che deve migliorare in fase realizzativa. Per me un obiettivo sarà creare valore e miglioramento su tutti i giocatori della rosa, ed è uno dei motivi per cui sono stato chiamato”.

15.02 Allegri: “Avevo bisogno di staccare, poi ho ricominciato a guardare molte partite. Il prossimo campionato sarà molto equilibrato, oltre all’Inter e noi ci sono il Milan, il Napoli, la Roma e la Lazio. La cosa importante sarà la continuità nei risultati”.

14.57 Allegri: “In Serie A ci sono tanti bravi allenatori, l’Inter è la favorita perché campioni in carica, noi dobbiamo costruire un percorso che ci porti a vincere il campionato. La Champions? Dev’essere un desiderio da parte di tutti. Intanto bisogna passare il primo turno”.

14.56 Allegri: “Ci sono molte grandi potenzialità, su cui lavoreremo tutti i giorni. Ho scelto la Juventus, e per me è una grande responsabilità, verso una società cui sono molto riconoscente, che mi ha dato la possibilità di tornare ad allenare e a vincere”.

14.54 Allegri:Ho trovato molto entusiasmo e molta voglia di lavorare: ci sono i presupposti per fare un’ottima stagione. Giocatori che mi incuriosiscono? Rabiot ha qualità importanti, McKennie ha l’istinto del gol. Sono fortunato: tanti giocatori hanno il gol nelle gambe”.

14.52 Allegri: Posso solo immaginare quanto sia stato difficile lavorare durante l’emergenza Covid. Bisognerà gestire bene tutti, sarà un anno importante anche perché si è presentato benissimo, fisicamente e mentalmente: è molto motivato”.

14.49 Allegri: “Cristiano Ronaldo è un grandissimo campione e un ragazzo intelligente. Ieri gli ho parlato – come ho fatto con tutti gli altri – gli ho detto che questo è un anno importante e lui ha una responsabilità maggiore, perché la squadra è giovane”.

14.46 Allegri: “La Juve ha un DNA fatto di lavoro quotidiano. Trovo una squadra che negli ultimi due anni ha vinto tre trofei, è stato fatto un buon lavoro”.

14.42 Allegri: “Ci stiamo ritrovando, visto che ho avuto per lo più giovani nella prima settimana, e ora tornano gli elementi della Prima Squadra. Bando ai sentimentalismi, ora comincia un nuovo capitolo. Ho a disposizione una ottima squadra e stiamo cercando di sistemarla, ci sono tanti giovani che devono e possono migliorare. Ronaldo, Chiellini e Bonucci devono essere un valore aggiunto per la società e fare da esempio per i più giovani, far capire cosa è la Juventus. Qui quello che è stato fatto rimane alla storia, io ho passato cinque anni meravigliosi, e ora iniziamo un nuovo ciclo di lavoro. Dobbiamo arrivare a marzo e cercare di centrare gli obiettivi”.

14.38 Allegri: “Buonasera a tutti e bentrovati dopo due anni, sono un po’ emozionato e un po’ in difficoltà, vediamo di rompere il ghiaccio con le vostre simpatiche domande”.

14.32 Parla Andrea Agnelli: “Superfluo che mi dilunghi a elencare il palmares di Max, tra i quali la serie di Scudetti con noi, praticamente insuperabile. La teoria del ‘corto muso’ è forse il simbolo della nostra idea. Conquistare le vittorie non è scontato e chi pensa che i trionfi degli ultimi anni non siano stati apprezzati sbaglia. Da quando sono qui non ho mai visto una vittoria che sia stata scontata dall’inizio: vincere costa fatica e vincere non è per tutti, quindi chi ci riesce merita rispetto. L’obiettivo è arrivare in Primavera in corsa per tutto e poi giocarcela. Max e la Juve non sono tornati insieme per amicizia, che pure esiste: Max è l’allenatore della Juventus oggi e per i prossimi quattro anni perché pensiamo che lui e la nuova dirigenza possano agire nel solco della tradizione bianconera. Max è tornato per questo, noi guardiamo solo al futuro”.

14.28 Amici di Sportface, buon pomeriggio da Vinovo e benvenuti alla diretta scritta della conferenza stampa di Massimiliano Allegri, la prima dal suo ritorno alla Juventus. Si parte fra poco.