PyeongChang 2018: Goggia vs Vonn atto primo. E Arianna Fontana non è sazia

di - 16 febbraio 2018
Sofia Goggia
Sofia Goggia - Pentaphoto/Marco Trovati

Sabato 17 febbraio è un altro di quei giorni da non perdere. Alle Olimpiadi di PyeongChang va in scena l’ottava giornata della ventitreesima edizione dei Giochi Olimpici invernali con l’Italia che schiera diverse carte importanti. Sofia Goggia, Arianna Fontana, Dorothea Wierer: le donne continuano a prendersi la scena. E allora andiamo a scoprire assieme cosa ci aspetterà in questo lunghissimo sabato a cinque cerchi.

SCI ALPINO – Partono le gare veloci anche per quel che riguarda il femminile. Ed entra in gioco una delle atlete più attese a questi Giochi Olimpici: Sofia Goggia. La bergamasca proverà ad insidiare Lindsey Vonn e Lara Gut nel Super-G che scatterà alle 3:00 di notte orario italiano. Ma occhio anche a Tina Weirather che proverà a conquistare una medaglia pensata, ma l’Italia oltre alla Goggia schiera l’artiglieria pesante: Federica Brignone, Nadia Fanchini e Johanna Schnarf per una gara semplicemente imperdibile.

SHORT TRACK – Imperdibile come Arianna Fontana. La portabandiera dopo aver conquistato l’oro olimpico nei 500 metri non è assolutamente sazia e va caccia del podio anche nei 1500, specialità in cui l’azzurra può dire la sua anche se sarà tantissima la voglia di rivalsa della coreana Cho Min-Jeong dopo la squalifica nella finale dei 500. Occhio anche a Martina Valcepina per una serata coreana tutta da vivere: si parte alle 11:00 con le batterie e poi si disputeranno le semifinali e le finali. Stessa cosa per il maschile con i 1000 metri dove c’è il nostro Yuri Confortola che proverà ad andare il più avanti possibile.

BIATHLON – In contemporanea allo short track andrà in scena la mass start femminile con Dorothea Wierer e Lisa Vittozzi presenti. Le migliori trenta si giocano l’ultima medaglia individuale, le azzurre per provare a lottare per il podio devono trovare quella perfezione al poligono che sino ad ora è mancata. Ma potenzialmente sia Dorothea che Lisa sono della partita e possono disputare una grande gara. Appuntamento alle 12:15.

CURLING – L’Italia è in corsa per le semifinali. Nonostante la sconfitta contro la Danimarca gli azzurri capitanati dallo skip Joel Retornaz hanno uno score di due vittorie e due sconfitte e sono in piena zona qualificazione per il turno successivo. Alle 6:05 affrontano il Giappone per quello che rischia di diventare il crocevia fondamentale di questo torneo olimpico.

PATTINAGGIO DI FIGURA – Alle 2:00 italiane scatta il programma libero del singolo maschile con Matteo Rizzo che vuole riscattarsi da un programma corto che lo ha visto posizionarsi al ventitreesimo posto. L’azzurro cercherà di rimontare qualche posizione e magari chiudere questa sua prima avventura olimpica tra i primi venti.

SCI DI FONDO – Arriva il momento della staffetta femminile 4X5 con l’Italia presente e che schiera Anna Comarella, Ilaria Debertolis, Lucia Scardoni ed Elisa Brocard. L’obiettivo delle azzurre non è certo quello di salire sul podio ma proveranno a disputare una gara di alto profilo per finire il più in alto possibile. Si parte alle 10:30, orario italiano.

SALTO CON GLI SCI – A chiudere questo sabato olimpico ci penseranno i saltatori sugli sci che alle 14:30 si giocheranno il titolo olimpico dal trampolino largo. Saranno tre gli azzurri che proveranno a conquistare la finalissima: Davide Bresadola, Sebastian Colloredo ed Alex Insam. Ce la faranno? Non ci resta che scoprirlo assieme.

© riproduzione riservata