F1 GP Italia 2021, Binotto: “Pensiamo già al 2022. Oggi i motori hanno fatto la differenza”

Mattia Binotto - Foto XaviYuahanda - CC-BY-SA-4.0

“Non stiamo più sviluppando questa macchina, andremo in ogni gara cercando di raccogliere il massimo dei punti. Da qui alla fine ci sono piste in cui pensiamo di poterci giocare delle posizioni più avanti. Ma questa stagione non è una distrazione anche se vogliamo arrivare il prima possibile al 2022 per raccontare una nuova storia”. Lo ha detto il team principal della Ferrari, Mattia Binotto, dopo il venerdì di qualifiche che hanno delineato la griglia di partenza della Sprint Race del Gran Premio d’Italia di Formula 1 2021 a Monza.

E sul venerdì che ha già regalato le qualifiche: “Pochi tifosi ma è bello vederli, lo sport unisce, la Formula Uno è uno spettacolo dagli spalti. Siamo a casa e sapere che i nostri tifosi sono lì a spingerci anche in questi momenti difficili è importante e speciale. Portare il Cavallino sul petto è una responsabilità e un onore, ci teniamo tantissimo. E’ una pista difficile per noi, anche oggi si è vista la supremazia del motore Mercedes, la differenza fra noi e loro sta là. Ci mancano una ventina di cavalli e qui si fa sentire. Speravamo nella terza fila ma quando si sta sul filo dei centesimi, dei decimi ci può stare. Charles aveva un problema di elettronica in frenata che poi abbiamo risolto per il Q3, alla fine è la posizione in cui ci si aspettava di essere ma è anche la dimostrazione del progresso fatto rispetto a un anno fa ed è incoraggiante. Avremo due opportunità per guadagnare posizioni”.