Karate, Premier League 2019: argento per Semeraro nel kumitè -68kg, bronzo per Busà nel kumitè -75kg

Silvia Semeraro Silvia Semeraro - Foto Sportface

Si chiude con tre medaglie, purtroppo nessuna d’oro, l’ultimo atto della Premier League di karate 2019 che si è disputato a Madrid. Brillano l’argento di Silvia Semeraro nel kumitè -68kg, e quello della squadra di kata maschile che viene piegata solamente dalla Turchia. Piazza d’onore per i nostri Gianluca Gallo, Alessandro Iodice e Giuseppe Panagia. Chiude con la medaglia di bronzo, invece, Luigi Busà nel kumitè -75kg.

FINALI FEMMINILI

Kata individuale: medaglia d’oro per la padrona di casa Sandra Sanchez Jaime che precede un podio tutto nipponico con Kiyou Shimizu d’argento e Emiri Iwamoto e Hikaru Ono con il bronzo. Viviana Bottaro chiude al quinto posto.

Kumitè -55kg: Vittoria per l’egiziana Yassmin Attia che supera nella finale per la medaglia d’oro la turca Tuba Yakan. Arrivano al bronzo la taiwanese Tzu-Yun Wen e la spagnola Carlota Fernandez Osorio. Ottava Lorena Busà.
Kumitè -61kg: Medaglia d’oro per la cinese Xiaoyan Yin che piega la resistenza della russa Nailya Gatullina. Si fermano al bronzo la francese Gwendoline Philippe e la canadese Haya Jumaa. Nona Laura Pasqua.
Kumitè -68kg: Si ferma all’argento la nostra Silvia Semeraro, superata dalla azera Irina Zaretska. Chiudono sul podio l’ucraina Halyna Melnyk e la svizzera Elena Quirici.

Kumitè +68kg: Vittoria in finale per la kazaka Sofya Berultseva che ha la meglio sulla greca Eleni Chatziliadou. Arrivano alle medaglie di bronzo l’iraniana Hamideh Abbasali e la spagnola Maria Torres Garica. Quinta posizione per Clio Ferracuti.

FINALI MASCHILI

Kata individuale: medaglia d’oro per il solito spagnolo Damian Hugo Quintero Capdevila che supera il turco Ali Sofuoglu, prima di ben quattro giapponesi. Arata Kinjo e Kazumasa Moto conquistano il bronzo, quindi Takuya Uemura e Issei Shimbaba sono quinti. Migliore dei nostri Alessandro Iodice, 15esimo.
Kumitè -60kg: Doppietta kazaka con Darkhan Assadilov che sconfigge in finale il connazionale Kaisar Alpysbay. Medaglie di bronzo per il turco Eray Samdan, mentre gli fa compagnia il marocchino Oussama Edari. Chiude nono il nostro Angelo Crescenzo.
Kumitè -67kg: Trionfo per l’iraniano Amir Mehdizadeh che si impone nella finalissima nei confronti del turco Omer Abdurrahim Ozer. Chiudono al terzo posto il brasiliano Vinicius Figueira e il francese Stevan Dacosta. Si ferma in settima posizione Luca Maresca.
Kumitè -75kg: Ancora una medaglia d’oro per il Kazakistan con Yermek Ainazarov che ha la meglio sul francese Logan Da Costa. Splendido bronzo per il nostro Luigi Busà che sale sul gradino più basso del podio assieme allo spagnolo Rodrigo Ibanez Saenz-Torre. Nona posizione finale per Lorenzo Pietromarchi e 11esima per Ahmed El Sharaby
Kumitè -84kg: vittoria per il turco Ugur Aktas che piega in finale il kazako Daniyar Yuldashev. Sul podio anche il nipponico Ryutaro Araga e l’azero Panah Abdullayev. Nona posizione per Michele Martina.

Kumitè +84kg: l’iraniano Sajad Ganjzadeh si mette al collo l’ultima medaglia d’oro dell’anno, quindi argento per il francese Dnylson Jacquet. Bronzi per il croato Andjelo Kvesic e per l’iraniano Saleh Abazari. Settimo il nostro Simone Marino.
Kata a squadre: splendido argento per la squadra azzurra composta da Gianluca Gallo, Alessandro Iodice e Giuseppe Panagia che cede 24.26 a 25.18 contro la Turchia, bronzo per Spagna e Marocco.